logo san paolo
lunedì 25 ottobre 2021
 
Femminicidio
 

La lettera dei ragazzi alla professoressa uccisa dal compagno

03/05/2017  Ennesimo caso di femminicidio a Roma: Michela Di Pompeo, 47 anni, è stata colpita alla testa durante il sonno dal convivente. Insegnava lettere e i suoi studenti le hanno scritto parole commosse e piene di gratitudine per quello che aveva loro insegnato anche contro la violenza sulle donne

Un altro messaggio dedicato alla memoria della professoressa uccisa
Un altro messaggio dedicato alla memoria della professoressa uccisa


Un foglio di quaderno a righe, una grafia tonda, pulita. Così gli studenti della Deutsche Schule Rom hanno scritto alla loro insegnante di lettere che non avrebbero più rivisto seduta sulla cattedra.  E’ morta, assassinata dal suo compagno in una casa del centro di Roma, in vicolo del Babuino, una decina di colpi con un peso da palestra che le hanno fracassato il cranio, forse nel sonno visto che non ci sono segni di difesa, anche se questo dovrà stabilirlo nei prossimi giorni l’autopsia. L’ennesimo caso di femmicidio, lui Francesco Carrieri, 55 anni, uno stimato dirigente di banca, lei Michela Di Pompeo, 47 anni, una professoressa. Entrambi avevano un matrimonio fallito alle spalle, due figli, e vivevano insieme da circa un anno e mezzo.  Negli ultimi tempi litigavano, lui probabilmente soffriva di depressione, ai carabinieri a cui è andato a consegnarsi all’alba dopo ore a vegliare il cadavere, ha detto che lei voleva lasciarlo.  Colpisce che la professoressa dedicasse parte delle sue lezioni a sensibilizzare i suoi ragazzi contro la violenza sulle donne come testimonia la loro lettera che di seguito riportiamo integralmente. 

 

Signora Di Pompeo,

ancora non riusciamo a credere. Domani, quando andremo a scuola, vorremmo avere lei in prima e secondo ora, vorremmo che fosse tutto come al solito ma sappiamo che non sarà così. Domani la scuola, vestita di nero, piangerà una delle migliori insegnanti della scuola se non la migliore.
Ha sempre creduto nella nostra classe, è sempre stata l'unica che ha provato fino alla fine a farci cambiare. E sicuramente ci è riuscita. Ogni volta ci parlava del rispetto per le femmine, della parità dei sessi, dei casi delle persone folli che uccidono le mogli per gelosia. E come ha avuto fine la sua vita oggi? Proprio in questo modo.
Sembra una barzelletta, se non avessimo letto l'articolo sul giornale e non avessimo guardato il telegiornale che parlava di lei, non ci avremmo ma creduto. Ora tutto ci è chiaro, c'era un motivo se rimproverava i ragazzi quando facevano battute squallide sulle ragazze; lei la mattina ci parlava degli uomini pazzi che maltrattavano le compagne e il pomeriggio viveva la situazione. È veramente una "donna con le palle", ci perdonerà il francesismo.

Quando abbiamo letto "Michela Di Pompeo, 47 anni, insegnante di italiano ad una scuola straniera di Roma, distesa in un letto di sangue con il cranio fracassato", non ci siamo più sentite le gambe. È tutto un grande incubo.

Parliamo a nome della classe, lei è la migliore insegnante che abbiamo avuto in questi anni. Siamo tutti sicuri che ha lasciato una grande impronta in tutti noi.

Ora è libera, speriamo e sentiamo che in un modo o nell'altro leggerà queste parole.

Addio

I vostri commenti
6
scrivi

Stai visualizzando  dei 6 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%