logo san paolo
lunedì 17 gennaio 2022
 
sport ed educazione
 

La lezione di civiltà dei ragazzi ai genitori

14/01/2016  Grande la vergogna per una rissa tra genitori durante la partita di volley quando dagli spalti alcuni di loro hanno insultato gli avversari di un team misto con allusioni sessiste. Altrettanto grande la lezione dei ragazzi, under 13, all'inciviltà degli adulti.

Una lezione di fair play e di civiltà quella che i ragazzini di due squadre under 13 del volley incontratesi in val Seriana hanno impartito ai maleducati, per non dire altro, genitori. Secondo il regolamento la categoria prevede squadre miste e nessuno si sarebbe aspettato quello che è accaduto lo scorso fine settimana a Ponte Nossa (Bergamo). La squadra di casa, la Nossese, partecipava al campionato under 13 femminile con una squadra formata da ragazzini e ragazzine. I genitori-tifosi della squadra avversaria, il Cene, chiuso il primo set in svantaggio, hanno iniziato ad apostrofare pesantemente i maschietti in campo proprio perché facenti parte di una squadra di sesso misto.

Immaginabile lo sconcerto dell'allenatrice
 Ester Locatelli che mai aveva visto e sentito tanto e che ha continuato a chiedere ai ragazzi di non ascoltare quanto stavano gridando dalla tribuna e di concentrarsi solo sulla partita e sul gioco:«È la prima volta che ci succede di vedere che alcuni genitori degli atleti della squadra avversaria si permettono di mettere in dubbio la sessualità dei nostri atleti maschi e tutto questo gridandolo dagli spalti, mentre la partita si stava giocando». In breve la situazione è degenerata, in tribuna si è venuti alle mani e alla fine sono dovuti intervenire i carabinieri.

Ma chi ha riportato realmente la calma tra i tifosi e forse, speriamo, ha impartito una memorabile lezione agli adulti sugli spalati sono stati proprio i giovanissimi atleti. I ragazze e le ragazzi alla ripresa del gioco sono rientrati in campo e hanno ripreso il match mischiando le squadre e giocando ancora un set in amichevole.

Un partita da dimenticare si è così trasformata in un episodio da ricordare. 

I vostri commenti
5

Stai visualizzando  dei 5 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo