logo san paolo
domenica 11 aprile 2021
 
Congo Week–Iniziative in tutto il mondo
 

La lunga marcia di John

25/10/2013  Dal 20 al 26 ottobre sono in corso iniziative in tutto il mondo per sensibilizzare sulla guerra civile in Congo e sui cinque milioni di vittime provocate dalle violenze. In Italia il centro delle iniziative è Reggio Emilia, dove vive John Mpaliza, l'uomo che ogni anno dal 2010 fa una lunga marcia-pellegrinaggio per chiedere pace per il suo Paese.

Sfollati in fuga dalla guerra in Congo orientale.
Sfollati in fuga dalla guerra in Congo orientale.

Una settimana internazionale per il Congo: così l'associazione statunitense Friends of the Congo ha pensato di sensibilizzare l'opinione pubblica mondiale su una delle crisi più sanguinose e trascurate del pianeta. Ricordiamo che nell'est della Repubblica Democratica del Congo si combatte da vent'anni un conflitto che alterna fasi acute ad altre di bassa intensità, ma il cui bilancio complessivo supera ormai i cinque milioni di morti certificati dal Rapporto Mapping delle Nazioni Unite, anche se altre stime quantificano ormai in sette-otto milioni le vittime dovute al conflitto e alle sue conseguenze, come la mancanza di accesso alle cure sanitarie di base.

Giunta alla sua sesta edizione, dal 20 al 26 ottobre, la Congo week prevede eventi un po' in tutto il mondo, dall'Australia al Costa Rica, dal Benin al Giappone alla Mongolia, dalle Isole Vergini alla Thailandia. Gruppi, associazioni, scuole e università hanno aderito all'invito e stanno proponendo in questi giorni iniziative che puntano a sensibilizzare l'opinione pubblica sul dramma del Paese africano, sulle sue cause e sui possibili rimedi, in partnership col popolo congolese.

John Mpaliza
John Mpaliza

Il Peace Walking Man

Anche in Italia ci sono varie iniziative, con fulcro a Reggio Emilia, grazie alla tenacia e alla caparbietà di John Mpaliza, cittadino italiano di origine congolese, che negli ultimi anni ha consacrato tutte le sue energie alla causa del suo Paese d'origine.

È conosciuto in mezza Europa e anche oltre oceano come il Peace Walking Man: dopo quasi 15 anni di vita “normale” in Italia, nel 2010 John ha cominciato a interrogarsi su come essere utile al Congo martoriato, dove ancora vive tutta la sua famiglia. «Non ho nulla, ma ho due gambe e posso usare quelle». E così John si è messo in cammino, armato di zaino e di una bandiera del Congo: nell'estate 2010 ha percorso a piedi il cammino di Santiago de Compostela, nel 2011 è andato a piedi da Reggio Emilia a Roma e poi ha partecipato alla Perugia-Assisi, nel 2012 è andato a piedi a Bruxelles, per chiedere alle istituzioni europee di interessarsi di più alla crisi dei Grandi Laghi.

Non è un cammino solitario: per alcuni tratti a lui si uniscono altre persone, ma soprattutto ad ogni tappa c'è un gruppo ad accoglierlo, ospitarlo ed ascoltarlo. E John parla e spiega.

Così anche in questi giorni della Congo Week, fedele alla sua scelta, John cammina per le strade di Reggio e provincia. Ogni giorno uno o più eventi, che lui raggiunge a piedi. «Mi sono reso conto che sono andato molto lontano, ma che ancora avevo fatto poco nella mia città. In questi anni ho tenuto incontri in una cinquantina tra scuole e università all'estero, ma solo in due scuole di Reggio. E così ho deciso di rimediare».

È stata Fiends of the Congo a contattarlo, nei mesi scorsi, per chiedergli di aderire alla Congo Week. E lui ha accettato volentieri, conscio del fatto che se ci si muove in tanti si ottengono risultati migliori. Ha mobilitato tutti i contatti costruiti in questi anni e così da tutta Europa sono giunte adesioni: da Bruxelles a Maastrict, da Varsavia alla Norvegia, all'Olanda. Anche in Italia sono varie le città che collaborano: iniziative sono in corso a Bari, Putignano, Desio, Lecce.

Da Roma e da Padova alcuni gruppi si sono uniti a John Mpaliza a Reggio Emilia. Qui sono coinvolte associazioni, missionari e istituzioni locali. Per coinvolgere le scuole, si è pensato a un concorso di poesie sul tema della pace, prima raccolte e poi votate online.

Colloqui di pace interrotti, ripresi gli scontri in Congo

  

Sensibilizzare è solo il primo passo, e John lo sa. A ogni incontro ribadisce un concetto: se quella in corso in Congo è una guerra per le risorse, occorre agire per ottenere la tracciabilità dei minerali. Un po' come si era fatto per i diamanti insanguinati della Sierra Leone. E l'opinione pubblica può far pressione perché si giunga presto a una legge internazionale.

Intanto, il cammino del Peace Walking Man non si ferma. Dal prossimo 30 aprile 2014 lascerà il suo lavoro di programmatore al comune di Reggio Emilia, per dedicarsi a tempo pieno alla sua attività di sensibilizzazione. Nel frattempo, ha in cantiere un nuovo percorso a piedi, che stavolta sarà Reggio-Reggio, cioè da Reggio Emilia a Reggio Calabria.

Poi, il 25 aprile, è stato invitato all'Arena di Verona dal Movimento Nonviolento e da lì proseguirà a piedi per Padova, dove aveva già alcuni impegni con le scuole. E proprio mentre tutte queste attività continuano, sono ripresi gli scontri nell'Est del Congo fra l'esercito e il gruppo ribelle M23. E a Kampala, capitale ugandese, i colloqui di pace in corso tra governo e ribelli si sono interrotti. Di nuovo. La pace è ancora lontana.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 53,90 - 14%