logo san paolo
mercoledì 26 gennaio 2022
 
Crescendo in musica
 

Il sogno di Mendelssohn per stregare ragazzi e famiglie

22/04/2016  Il "Sogno di una notte di mezza estate", ispirato alla commedia di William Shakespeare, eseguita dall'Orchestra Sinfonica di Milano. Tra mito, fiaba, danza e folletti. Un'occasione per portare i più piccoli a conoscere uno dei gioielli del repertorio ottocentesco. Eseguito dai bravi musicisti de LaVerdi.

Domani ricorrono i 400 anni esatti dalla morte di William Shakespeare, scomparso a Stradford-Upon-Avon il 23 aprile 1616. Idealmente a lui è dedicato il quinto appuntamento stagionale di Crescendo in musica, la rassegna dell'orchestra laVerdi dedicata ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie. Sabato 7 maggio, infatti, il pomeriggio alle 16, dunque in un orario assai favorevole per coinvolgere tutta la famiglia a teatro o per un concerto, sul palco dell’Auditorium di Milano, in largo Mahler, andrà in scena, in collaborazione con Associazione Espressione Danza, Sogno di una notte di mezza estate, capolavoro del musicista romantico Felix Mendelssohn (pagina che contiene la celeberrima Marcia nuziale), ispirato proprio all’opera di William Shakespeare. Musica eseguita dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, per l’occasione diretta dal maestro Giovanni Marziliano, con la partecipazione delle ballerine di Espressione Danza.

È il regista Francesco Montemurro a raccontare, in sintesi, questo spettacolo che unisce musica, danza e letteratura: «Elena ama Demetrio, che però non la ama perché ama Ermia, che però non lo ama perché ama Lisandro... il quale la ama riamato a sua volta... Ecco come si ingarbuglia il nostro tessitore Nick Bottom (l'attore Nicola Olivieri), nel tentativo di svelare la trama e l'ordito del Sogno di una notte di mezza estate. Mentre le note di Mendelssohn soffiano lievi sui giovani danzatori di Espressione Danza, a lui tocca l'ardua impresa di condurci per mano tra fate, folletti e innamorati ateniesi. Riuscirà, con la sua testa d'asino, a sbrogliare per noi la matassa del suo sogno? "Se l'amore è un sogno, non mi svegliate più!", concluderà». Sogno di una notte di mezza estate, nella versione originale in inglese di Shakespeare A Midsummer Night's Dream, è infatti una commedia, scritta attorno al 1593-95, in cui mito, fiaba, e quotidianità s'intersecano continuamente.

I 400 anni dalla morte di uno dei più grandi scrittori e commediografi di tutti i tempi, messo in musica da Mendelssohn in uno dei suoi lavori più immediatamente comunicativi, è anche l'occasione per portare le famiglie e i ragazzi in auditorium, per avvicinarli alla musica classica, alla musica "forte" secondo la celebre definizione del critico Quirino Principe. «Mi sono sempre domandato in che modo divulgare, promuovere, avvicinare le nuove generazioni, gli amici, i conoscenti all'affascinante mondo del repertorio sinfonico», spiega direttore d’orchestra, Giovanni Marziliano. «Con l’originale appuntamento shakespeariano del Crescendo in Musica, cercheremo di dare una risposta a questo piccolo quesito, attraverso la conoscenza di una partitura meravigliosa, espressa dalla genialità di Mendelssohn e dalla bravura dei musicisti de laVerdi. Vorremmo che i nostri spettatori non fossero solo dei meri fruitori di un concerto, ma parte integrante e fondante del pomeriggio di musica passato insieme».

Biglietti: euro 15,00/7,50

Info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, Milano

Orari di apertura: martedì – domenica ore 14.30 – 19.00, tel. 02.83389401/2/3

On line: www.laverdi.org, www.vivaticket.it.




 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo