Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 22 aprile 2024
 
 

La Pfm rilegge la "Buona novella" di Faber

17/06/2010  Il gruppo milanese aggiunge sonorità rock alla profondità dei testi di De André.

A testimoniare che tra Fabrizio De André e la PFM (nella foto sotto) ci sia sempre stato del feeling, ci sono trent’anni di frequentazioni e un paio di album in comune. Appare perciò legittima, oltreché stuzzicante, l’idea di Franz Di Cioccio e soci d’andare a rileggere La Buona Novella, uno dei capolavori dell’indimenticabile Faber, figlio delle inquietudini e delle speranze idealiste del ’68, che in questo A.D. 2010 il gruppo milanese rilegge aggiungendo del suo, arricchendo di sontuose sonorità rock lo scarno folk d’autore dell’originale.
 
Il risultato? Un’opera che ricorda l’energia e la spettacolarità del mitico Jesus Christ Superstar, senza sminuire la profondità, l’attualità e la potenza poetica dei testi di De André.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo