logo san paolo
sabato 13 agosto 2022
 
 

La pianista che commosse Stalin

07/07/2011  Un documentario a cura della redazione del Tg5 ripercorre la vita di Marija Judina

Marija Judina è unanimemente riconosciuta come la più grande pianista russa di tutti i tempi: da Bach a Beethoven, interpretava ogni pezzo con un'intensità unica che riusciva anche a trasferire in pezzi di musica contemporanea come quelli di Šostakovič. Secondo la leggenda, una notte, Stalin ascoltò un suo concerto alla radio e ne domandò immediamente il disco: poiché l'esibizione era dal vivo, Marija fu portata nel cuore delle notte in uno studio di registrazione con una piccola orchestra improvvisata. Il risultato fu che Stalin si commosse. Il legame tra i due si arricchisce di un ulteriore curioso elemento se è vero come si dice che, alla morte del dittatore russo, fu ritrovato nel giradischi proprio un disco della pianista che, tra l'altro, ricompensata precedentemente con una somma di denaro per la sua bravura, ebbe il coraggio di scrivere direttamente a Stalin: "La ringrazio, ho pero' dato i soldi alla mia chiesa e pregherò per Lei perché il buon Dio La perdoni per tutte le atrocità che ha commesso verso il popolo". Canale 5 le dedica uno speciale a cura della redazione del Tg5.

Tag:
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo