Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 27 maggio 2024
 
 

La politica senza partiti all'Infedele

27/02/2012  La nuova puntata del programma condotto da Gad Lerner

Che fine sta facendo la politica, sospesa nella stagione dei tecnici chiamati a governare in nome di ragioni superiori, dettate da organismi sovranazionali non elettivi? Un sondaggio di Renato Mannheimer calcola che solo l’8% degli elettori manifesti ancora stima nei partiti. Ma per quanto tempo potranno delegare ancora le funzioni che la Costituzione assegna loro nella rappresentanza della volontà popolare? Se parala stasera all'Infedele, in onda alle 21.10 su La7. Ospiti di Gad Lerner: Roberto D’Alimonte, direttore del Centro italiano studi elettorali, Stefano Fassina, responsabile economico del Partito Democratico, Mariastella Gelmini, responsabile delle prossime elezioni amministrative per il Popolo della Libertà. Partecipano inoltre Massimo Giannini, vicedirettore di “La Repubblica”; Ida Dominijanni de “Il Manifesto” e il senatore Enrico Musso (ex Pdl) che si candida a sindaco di Genova presentandosi come “montiano”, fuori dagli schieramenti politici costituiti. Nella prima parte della trasmissione, collegamente con gli operai della Fiom Cgil dello stabilimento Fiat di Melfi licenziati e da poco reintegrati da una sentenza d’appello, anche se l’azienda non consente loro di accedere al posto di lavoro.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo