logo san paolo
mercoledì 08 luglio 2020
 
 

La preside della scuola distrutta a Palermo: "Un atto di violenza organizzato ma non ci arrendiamo"

08/05/2020  Nei giorni scorsi Antonella Di Bartolo aveva condiviso su facebook le parole di Maria Falcone contro le scarcerazioni dei boss, nella notta la sua scuola è stata brutalmente vandalizzata: "Forse è solo una coincidenza ma da cinque anni non vedevamo episodi simili"

“Sono in piedi e risoluta. Alle 7 del mattino ero già a scuola ad aspettare gli operai del Comune per rimettere tutto a posto”. Antonella Di Bartolo, 50 anni, è la preside dell’Istituto comprensivo Sperone-Pertini di Brancaccio, il quartiere del beato Pino Puglisi, ucciso dalla mafia proprio perché col suo lavoro aveva iniziato a strappare alla strada e alla manovalanza criminale, tanti bambini e ragazzi.

All’interno del plesso Pertini che ospita 4 classi di scuola primaria e alcune sezioni di scuola media sono state distrutte porte, finestre, aperti armadi, calpestati giochi. Divelti il sistema di video-sorveglianza e le porte blindate, rubati tutti i computer e i proiettori. “Un atto di violenza inaudito e organizzato, ma non ci arrendiamo”, dice lei.

Famiglia Cristiana aveva intervistato Antonella Di Bartolo qualche mese fa, all’interno di un’inchiesta sulla dispersione scolastica che, grazie al suo lavoro, in questo Istituto è scesa per dal 27,3 al 3,3 per cento. Il giorno prima della scoperta dell’atto vandalico, la preside aveva condiviso le parole di Maria Falcone, la sorella del giudice assassinato a Capaci nel ‘92, che in un’intervista rilasciata a Repubblica chiedeva “certezza della pena” e sottolineava la necessità di preservare tutte le condizioni di detenzione previste dal 41bis.

“Condivido ogni singola parola”, aveva scritto sulla sua pagina Facebook la Di Bartolo. “Forse è solo una coincidenza temporale – dice – Di certo da 5 anni almeno, nessun plesso dell’istituto era stato attaccato e depredato”. Ma in una città e in un Paese che stenta a tornare alla normalità per il Covid-19 e in piena bufera nazionale per la scarcerazione di alcuni boss di mafia, l’episodio crea allarme. "Nè una ragazzata, né un atto di vandalismo – commenta il sindaco Leoluca Orlando - ma un'azione studiata e preparata con cura da qualcuno intenzionato a fare il massimo danno possibile alla scuola e a trarne il massimo profitto. Nessuno può pensare che questa scuola tornerà ad essere ciò che era 8 anni fa".

Già perché quando la Di Bartolo è arrivata come preside a Brancaccio, sette anni fa, il plesso Pertini ospitava una sola classe di scuola media ed era sul punto di essere chiuso. “Mancavano le porte, c’erano pareti bruciate, era un disastro…”, ricorda la preside. Poi l’avvio di un lavoro ostinato dentro e fuori le pareti della scuola. L’idea di creare nuove aule alla Pertini destinate ai bambini da 3 a 6 anni, l’apertura di un dialogo con le famiglie del quartiere e con il personale. E finalmente… la rinascita con progetti, attività, premi e persino corsi di licenza media per le mamme e i papà. …Fino ad oggi, in questo tempo ovattato, con i bambini a casa e le porte delle scuole sbarrate.

Alla Di Bartolo sono arrivati in queste ore centinaia di messaggi di solidarietà. Anche il ministro all’Istruzione Lucia Azzolina ha telefonato alla preside per farle sentire la vicinanza dello Stato. “Ciò che più mi ha fatto piacere sono però i tanti, tantissimi messaggi di mamme e ragazzi – dice Di Bartolo – Ieri pensavo che insieme alle porte e alle finestre fosse stato distrutto il lavoro di questi anni. Adesso so che non è così”.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%