logo san paolo
martedì 21 settembre 2021
 
dossier
 

La vita chiede solo amore

06/02/2016  La testimonianza di una volontaria del Cav, Centro di aiuto alla vita che racconta come si adopera per sostenere donne disorientate, sconcertate o avvilite davanti alla notizia della gravidanza.

Sono una volontaria operatrice del Centro di Aiuto alla Vita di Bassano del Grappa. Il titolo della giornata per la vita di quest’anno è: “La misericordia fa fiorire la vita”. Desidero soffermarmi sul miracolo della vita che c’è in noi e accanto a noi. Quando osserviamo le mamme che stringono al seno la loro creatura comprendiamo che la vita è veramente il miracolo più bello! Da che mondo è mondo l’annuncio di una vita suscita grande gioia, esultanza... si vorrebbe gridarlo al mondo intero per condividere con tutti tanta felicità. Eppure ci sono gravidanze inaspettate, non programmate, non desiderate.

Alcune donne disorientate, sconcertate o avvilite non perché siano contro la vita, ma perché, in situazioni di difficoltà, sono prese da timore, ti dicono: ”Come faccio? Mio marito lavora poco …” oppure “Il padre del bambino che porto in grembo è sparito, non lo vuole” oppure, con la scusa che non è il momento, scelgono la soluzione più sbrigativa dell’aborto. Cosa può fare un’ operatrice del Centro di Aiuto alla Vita? Innanzitutto deve diventare una madre che sa accogliere, che sa ascoltare, che abbraccia, che incontra le persone in difficoltà, la donna che è tentata di eliminare la propria creatura perché si sente sola e abbandonata, senza sostegno, senza conforto. Il nostro compito principale è far sentire la mamma a casa sua, in un luogo dove non si senta giudicata ma percepisca tenerezza e comprensione.

Il Centro deve essere una scuola di umanità. Papa Francesco ha più volte sottolineato come l’ indifferenza sia molto diffusa nella nostra società! Oggi purtroppo si è indifferenti anche nei confronti della vita nascente. Basti pensare che ogni 2 minuti viene eliminata una vita e ogni 57 minuti, in Italia, un Centro di Aiuto alla Vita salva un bambino. Non mancano quindi persone di buona volontà, generose, disponibili. Ecco perché i volontari ci mettono il cuore nell’aiutare le mamme disorientate, nell’ affrontare insieme le loro difficoltà per superarle. Siamo al loro fianco per accompagnarle, soccorrerle, proteggerle e, ancora di più, per amarle.

Il 6 novembre scorso, a Roma, nel 35° Convegno dei Centri dal titolo: “Storie di immenso amore”la prima tappa è stata quella con Papa Francesco, che ci ha ricevuti nella Sala Regia, dicendoci: «Vi ringrazio per il bene che avete fatto e che farete con tanto amore e vi incoraggio a proseguire con fiducia su questa strada, continuando ad essere buoni samaritani! Non stancatevi di operare per la tutela delle persone indifese, che hanno diritto di nascere alla vita, come anche di quante chiedono un’esistenza più sana e dignitosa». Ha aggiunto: «Vi incoraggio a proseguire la vostra importante opera in favore della vita dal concepimento al suo tramonto naturale».

Sono certa che ognuno di noi può essere un buon samaritano! La scorsa settimana una signora telefona al Centro e dice: “Sono una vicina di casa di una ragazza che mi ha confidato di essere incinta. La ragazza ha già in mano il certificato dell’interruzione di gravidanza. La signora riferisce che ha suggerito alla ragazza di incontrare una volontaria del Centro prima di prendere una decisione così importante! Si presentano dopo due giorni. Una bella ragazza, giovane... con un posto di lavoro sicuro sia lei che il compagno. Purtroppo il ragazzo non ne vuole sapere del bambino. La ragazza è veramente disorientata perché il suo unico desiderio per dire sì alla vita del bambino è avere il pieno appoggio del ragazzo. Dopo un lungo colloquio, la ragazza è ancora titubante nel pronunciare un sì deciso. Nei giorni seguenti intercorrono telefonate, sms. L’ansia è grande perché la data per l’interruzione è vicina. Il giorno stesso dell’appuntamento mi arriva un sms in cui mi scrive: “Carissima, volevo farti i miei più sinceri auguri di Buon Natale. Il mio quest’anno sarà ancora più magico grazie a tutte le persone che mi sono state vicine in queste settimane difficili e tu sei una di quelle” ( poi ha inserito l’emoticon con un cuore rosso grande).

Ecco cosa significa buon samaritano. Noi credenti in ogni luogo siamo chiamati a farci promotori,sostenitori, diffusori della vita: in famiglia,nel posto di lavoro, nella scuola, nei gruppi perché la vita è un bene prezioso prima per la mamma, per la comunità e poi per tutta l’umanità! La vita chiede solo amore. Con le sue parole papa Francesco ci invita a spalancare il cuore alla tenerezza del Padre, “che nella sua misericordia ci ha rigenerati” e ha fatto fiorire la nostra vita.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%