logo san paolo
martedì 28 giugno 2022
 
Angelo custode
 

L’angelo custode ci accompagna in vita per rincontrarci in paradiso

07/04/2022  Sin da piccoli ci hanno sempre detto che ognuno di noi è protetto dal proprio angelo custode, e mi chiedo se anche Lui muore insieme a noi o continua a proteggerci anche dopo essere passati oltre..

Vorrei sapere se il nostro angelo custode dopo la morte resterà sempre con noi, o dove andrà?

FULVIA GRISONI 

Risponde Marco Staffolani

L’angelo custode, creatura spirituale, ha accettato liberamente di servire Dio e anche noi, a differenza di altri angeli che lo hanno rifiutato. Nella nostra vita terrena (come ricorda l’originale greco) la loro funzione è quella di messaggeri e guide mandate da Dio, perché ciascuno di noi sia indirizzato sulla via della santità. La loro presenza non toglie nulla al nostro libero arbitrio nella scelta della fede che salva. In una prospettiva eterna, nella santità raggiunta anche dagli uomini, la loro funzione non sarà più necessaria e rimarrà la comune (nostra e loro) contemplazione di Dio come ci informa la Scrittura: gli «angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli (Mt 8,10)». Quando ritroveremo questi nostri protettori in paradiso, non potremo che ringraziarli per la nostra storia di salvezza a cui anche loro avranno contribuito. 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo