Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
venerdì 24 maggio 2024
 
 

L’angelo custode e il gatto...

08/12/2022  Una mamma chiede: "Mio figlio piccolo, pregando la preghiera dell’angelo custode, include anche il gatto sotto la sua protezione. Come posso mettere insieme il suo buon cuore verso l’animale che ama con la nostra fede?" Ecco la risposta del teologo

Mio figlio piccolo, pregando la preghiera dell’angelo custode, include anche il gatto sotto la sua protezione. Come posso mettere insieme il suo buon cuore verso l’animale che ama con la nostra fede? - LETTRICE

 

Cara lettrice, tuo figlio è un “piccolo teologo”! Ha scoperto una grande e sacrosanta verità: l’angelo custode non ci «illumina, custodisce, regge e governa» come individui generici “X” o “Y”, ma come persone: Luca, Sofia… che hanno età, famiglia, casa, hobby… e un gatto. L’angelo non mette in pausa la sua protezione quando arriva il gatto, ma «illumina, custodisce, regge e governa» il “custodito”, affinché il suo rapporto con l’amichetto a quattro zampe sia giusto, che non gli dia cibi dannosi, che ogni tanto lo lasci dormire in pace, che… Tuo figlio fa benissimo, perciò, a inserire nelle preghiere anche il gatto. Lo ama anche Dio come tutte le sue creature, ed è contento che quelle che hanno la voce per ringraziarlo la prestino a quelle che non ce l’hanno, come gli animali, i fiori, il mare. I bambini sono molto incuriositi dall’angelo custode e pongono tante domande interessanti e simpatiche del tipo: «L’angelo di mio papà è più grosso del mio?». Attenzione a spiegazioni favolistiche. Crescendo ci riderebbero dietro. Non aiutano le immagini sdolcinate di giovincelli svolazzanti che si trovano su Internet. Gesù afferma che gli angeli dei “piccoli” sono terribili con chi li offende. Pensiamoli come una vera e propria carezza di Dio.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo