logo san paolo
domenica 25 settembre 2022
 
 

Sei giovane? Niente mutuo

15/09/2011  Il 24 per cento delle richieste online di finanziamenti per la casa sono presentate da persone con meno di 30, ma ne viene accolta solo una su venti

Non è facile per un giovane comprare casa, ma soprattutto non è facile ottenere un mutuo. Un preventivo di mutuo su 4 è richiesto da ragazzi sotto i trent’anni, segno che c’è un interesse all’acquisto. Ma meno del 5% delle richieste viene accolto dalle banche.
«Il 24% delle domande di mutuo prima casa arrivate al sito è compilato da persone sotto i 30 anni – spiega Alberto Genovese, amministratore delegato di Mutui.it. – Questo testimonia, da un lato, l’interesse dei giovani per l’acquisto della casa (da sempre prova della raggiunta indipendenza economica) e, dall’altro, della loro familiarità con gli strumenti che Internet offre per risparmiare e investire al meglio».


In media vengono richiesti 150mila euro, pari al 77% al valore dell’immobile che si vorrebbe acquistare. Nel 52% si preferisce il tasso fisso e solo nel 25% quello variabile, mentre la durata media del mutuo è di 26 anni. La mancanza di contratti di lavoro stabili, la difficoltà di trovare un garante o un cointestatario del mutuo e l’indisponibilità di un profilo creditizio affidabile sono le motivazioni principali per frenare la concessione del finanziamento.

«In questa situazione tanto complessa per i giovani italiani è bene agire con cautela – sottolinea Genovese – e confrontare attentamente le diverse offerte delle banche aiuta anche i più giovani a far fronte a un impegno così importante. Lo stereotipo del “bamboccione” è, appunto, solo un cliché. I giovani avrebbero tantissima voglia di crescere e acquisire indipendenza; l’interesse degli under 30 per i mutui è elevato e tangibile, ma non sempre può, purtroppo, trasformarsi in un’azione concreta».

Tag:
I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo