logo san paolo
venerdì 01 luglio 2022
 
dossier
 

Le Ong si mobilitano per l'Ucraina

03/03/2022  Numerose le associazioni e organizzazioni non governative che si sono attivate per mandare generi di prima necessità, medicine e personale di soccorso sia agli ucraini sotto i bombardamenti sia a chi sta scappando dalla guerra. Da Medici senza frontiere a Terres des hommes tutti gli aiuti umanitari in campo

Lo scoppio della guerra Ucraina oggi mette a rischio 7 milioni e mezzo di bambini e bambine. 
WeWorld si è attivata immediatamente per fornire aiuti per fronteggiare l’emergenza, grazie al partner Chilfund Germania, attivo in Ucraina dal 2004 al fianco di famiglie vulnerabili, bambini soli in orfanotrofio e situazioni di rischio. Le donazioni possono essere fatte attraverso il sito https://www.weworld.it/sostienici/campagne/ucraina o donando 2 euro con Sms o 5/10 euro chiamando il 45597. Con i fondi raccolti con questa campagna potremo dare un aiuto diretto e immediato alle famiglie e ai loro bambini, con cui potranno avere coperte, cibo e mettersi al sicuro. I fondi serviranno anche per sostenere in Italia il programma Spazi Donna WeWorld per aiutare le donne e i loro bambini a uscire dalla violenza. 


In Ucraina, MSF-Medici senza frontiere ha distribuito kit di assistenza per feriti di guerra a Mariupol e fornito formazione a distanza sulla cura dei traumi a 30 chirurghi dell'Ucraina orientale. Team d’emergenza di MSF sono arrivati al confine polacco-ucraino da dove stanno cercando di inviare personale e forniture essenziali in Ucraina, oltre ad avviare progetti d’emergenza su entrambi i lati del confine. Le équipe effettueranno valutazioni anche lungo i confini dell’Ucraina con Russia e Bielorussia.

Con i combattimenti in corso, è difficile determinare la reale portata dei bisogni medici in Ucraina. MSF si sta preparando a diversi scenari per essere pronti a intervenire. Ai checkpoint tra Ucraina e Polonia, lo staff di MSF vede persone che attraversano il confine a piedi, in auto o in autobus. Le persone sono stanche ed esauste, ci sono anche bambini e neonati, anche sotto il mese di vita. Molte persone raccontano di aver attraversato il confine dopo lunghe ore in coda, affrontando temperature gelide. Alcuni erano disidratati, altri soffrivano di ipotermia. MSF ha donato beni essenziali come ripari ad un centro di accoglienza in Polonia e sta lavorando per aumentare la propria risposta.

 Il Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta – Cisom, unitamente ai Gran Priorati e a tutto l’Ordine di Malta  è al fianco della popolazione ucraina e lancia la campagna di raccolta fondi “#Emergenzaucraina” per sostenere le attività di assistenza umanitaria in favore delle migliaia di persone, per lo più donne, bambini e anziani, in fuga dall’aggressione militare russa. È possibile partecipare alla campagna di raccolta fondi con donazioni sull’IBAN: IT41D0200805038000105867301 intestato a Fondazione Cisom - Causale: Aiuto Ucraina.


Inoltre, su tutto il territorio italiano il Cisom promuove una raccolta di beni di prima necessità da destinare alla popolazione ucraina. Ecco cosa donare: coperte pesanti e sacchi a pelo (nuovi o usati purché sterilizzati e confezionati); abbigliamento invernale e intimo per uomo, donna e bambino (solo capi nuovi); generi alimentari non deperibili, a lunga scadenza, in contenitori resistenti agli urti (no vetro - no cartone); prodotti per l'igiene personale per adulti e bambini; prodotti per il primo soccorso e farmaci a lunga scadenza. Per sapere dove recapitare i pacchi nella propria regione e città si possono consultare il sito del Cisom (https://www.cisom.org) e i canali social Facebook: @CISOMofficial, Instagram: cisom_official e Twitter: @CIS0M.   

La Federazione Internazionale Terre des Hommes lavora in Ucraina dal 2015, a supporto dei bambini più vulnerabili, con attività di supporto psico sociale per bambini e famiglie. «Anche ora», spiegano dalla Ong, «faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per rispondere ai bisogni della popolazione, in particolare dei bambini e delle bambine e per continuare a garantire protezione e supporto psicosociale necessario per affrontare il trauma della guerra. In questo momento, attraverso i nostri partner polacchi del Polish Medical Mission, stiamo distribuendo medicinali agli ospedali delle città di Kyiv e Ivano-Frankivs’k e vogliamo arrivare anche nelle zone ad Est del Paese, a Kramatorsk vicino a Donetsk». Si stanno raccogliendo fondi, attraverso questa pagina: terredeshommes.it/emergenza ucraina per fare fronte alle richieste urgenti di materiale medico, tra cui: 
- Medicinali
- Sacche per il sangue
- Bende
- Anestetici
- Fili e aghi per sutura
- Antibiotici
- Soluzioni Saline
- Ma anche coperte e indumenti caldi

Save the Children opera in Ucraina dal 2014, fornendo aiuti umanitari essenziali ai bambini e alle loro famiglie, sostenendo il loro accesso all'istruzione, supportandoli a livello psicosociale, distribuendo kit invernali e kit per l'igiene, e fornendo denaro alle famiglie in modo che possano soddisfare le esigenze di base come il cibo, l'affitto e le medicine, o in modo che possano investire in nuove attività. Per sostenere gli interventi in emergenza di Save the Children: https://www.savethechildren.it/dona-fondo-emergenze
 

Multimedia
Alla stazione centrale di Leopoli l'esodo degli ucraini in fuga
Correlati
Parolin: fermare la guerra è possibile mi appello alla coscienza dei responsabili
Correlati
Alla stazione centrale di Leopoli l'esodo degli ucraini in fuga
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo