logo san paolo
martedì 22 settembre 2020
 
Classifiche mondiali
 

Le università italiane tra le migliori del mondo

08/06/2017  Secondo la QS World University Rankings su 26.000 atenei complessivi tra i primi 200 posti figurano il Politecnico di Milano, L'Alma Mater di Bologna, la Normale e il Sant'Anna di Pisa. Un miglioramento di posizioni rispetto agli anni precedenti

Il Politecnico di Millano
Il Politecnico di Millano

Per la prima volta quattro università italiane sono tra le prime 200 al mondo secondo una delle più note classifiche internazionali, il QS World University Rankings: sono il Politecnico di Milano, che si posiziona al 170/o posto guadagnando 13 posizioni e confermandosi la prima università Italiana; segue l'università di Bologna (188/a, sale di 20 posizioni) e per la prima volta entrano nella classifica Scuola Superiore Sant'Anna Pisa e la Scuola Normale Superiore (entrambe al 192/o posto). Al vertice della classifica si trovano per la prima volta quattro università americane e al primo posto si afferma per il sesto anno consecutivo il Massachussett Institute of Technology (Mit). Mantengono il secondo e terzo posto le università di Stanford e Harvard, mentre il California Institute of Technology (Caltech) sale al quarto posto. Altre università statunitensi e britanniche perdono invece terreno, mentre avanzano quelle di Russia, Australia, Singapore, Cina e India. 
«È un risultato di cui siamo molto soddisfatti, che va a premiare gli sforzi messi in campo in questi anni per rendere l'Alma Mater un punto di riferimento a livello internazionale». Lo dichiara il Rettore dell'Università di Bologna, Francesco Ubertini, commentando l'ingresso dell'Alma Mater nella 'top 200' degli atenei mondiali. Considerando che nel mondo esistono circa 26mila università - rileva lo studio QS World University Ranking - l'Alma Mater rientra quindi ora nell'1% dei migliori atenei a livello globale. Reputazione accademica, opinione del mondo delle imprese, citazioni scientifiche, numero di studenti e internazionalizzazione sono i parametri presi in considerazione per comporre il ranking. L'Alma Mater - che ottiene buoni o ottimi piazzamenti in tutte le voci - brilla in particolare nella Academic Reputation, l'indicatore di maggior peso per formulare il giudizio complessivo sull'ateneo: 77/o posto a livello mondiale e prima posizione tra le università italiane. Molto bene anche la Employer Reputation, calcolata da QS intervistando oltre 44mila aziende e imprese in tutto il mondo: Unibo guadagna 35 posizioni rispetto allo scorso anno. Altro risultato di rilievo è quello legato alle citazioni ottenute dalla ricerca Unibo (Citations per Faculty): considerando questo indicatore, l'Alma Mater guadagna ben 57 posizioni. 

 Per quanto riguarda l'indicatore che misura l'impatto della ricerca la Normale di Pisa è in 18esima posizione e il Sant'Anna in 27esima. 
«Il nostro è un sistema accademico con molte eccellenze e realtà storiche prestigiose, è una risorsa fondamentale, un volano di crescita per il Paese» ha dichiarato il ministro della Pubblcia istruzione Valeria Fedeli. «Per questo dobbiamo valorizzarlo e sostenerlo, proseguendo il percorso avviato con l'ultima Legge di Bilancio che ha incrementato il Fondo di finanziamento ordinario degli atenei, riportandolo a 7 miliardi; ha aumentato le risorse per il diritto allo studio e stanziato fondi per i migliori dipartimenti che potranno essere utilizzati per l'assunzione di docenti, ricercatrici e ricercatori. Il rafforzamento del sistema accademico è un rafforzamento del sistema-Paese. Oggi ci complimentiamo con gli atenei inseriti nel ranking, ma lavoriamo per l'eccellenza complessiva delle nostre università». 
Un’altra classifica vede al vertice un’università italiana, la Bocconi. Si tratta del QS World University Ranking, pubblicato a Londra da QS:  la performance di Bocconi nel segmento Social Science si è aggiudicata a livello mondiale la 17ma posizione.


 

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%