logo san paolo
venerdì 21 febbraio 2020
 
Teatro
 

Licia Maglietta: perché protagonisti sono sempre i maschi?

01/08/2014  L'attrice inaugura oggi il Teglio Teatro Festival Valtellina con il monologo "Il difficile mestiere di vedova" e riflette sull'emarginazione del mondo femminile nel cinema e nel teatro.

Inaugura la sesta edizione del Teglio Teatro Festival Valtellina 2014, Licia Maglietta, attrice teatrale e cinematografica, divenuta nota al grande pubblico per la sua interpretazione nel 1999 del film Pane e tulipani di Silvio Soldini con cui ha vinto nel 2000 il David di Donatello come miglior attrice protagonista.

A Teglio, a Palazzo Juvalta, suggestiva dimora del ‘500, la Maglietta interpreta, il 1 agosto, Il difficile mestiere di vedova, un monologo di Silvana Grasso. Per l’edizione del Festival dal titolo “Fiabe e sogni di ieri e di oggi” (1-13 agosto 2014) si alterneranno altre interpreti femminili, come Arianna Scommegna in Potevo essere io di Renata Ciaravino (4 agosto, Palazzo Juvalta a Teglio), Francesca Mazza con Omaggio a Napoli, martedì 12 agosto ad Aprica). Inoltre il Festival, ambientato nei luoghi della Valtellina, anima il territorio con appuntamenti teatrali e musicali nelle valli, organizza giri in bicicletta con visite ai luoghi d’arte, concerti nei rifugi e nei palazzi storici, come lo splendido Palazzo Besta di Teglio, presentazione di libri, un omaggio ad alta quota ad un grande alpinista, Walter Bonatti con la proiezione del film a lui dedicato (9 agosto a Prato Valentino).

Teatro Festival Valtellina, organizzato e diretto dall’associazione Incontri di civiltà, è guidato con entusiasmo da Maria Agnese Bresesti che spiega: «Qui c’è voglia di stare insieme, condivisione di saperi e di bellezza e tanti giovani talenti che meritano di avere un palcoscenico tutto per loro. La Valtellina è una terra splendida, capace di dare tantissimo in umanità e legata ai valori semplici: per questo alterniamo la sagra di Nigola (il nome vuol dire "nuvola"), antico e suggestivo borgo medievale, dove tutto è come un tempo, alla presentazione (sabato 2 agosto a Teglio) di un libro di fiabe pubblicato nel 1928 da una scrittrice tellina, Annetta Morelli, vedova dell’astronomo Michele Rajna. Vogliamo valorizzare quello che siamo stati e dare spazio alle giovani generazioni: questo il filo rosso della sesta edizione».

La presenza della Maglietta, che apre il festival, è legata al monologo autobiografico di Silvana Grasso 7 uomini 7. Peripezie di una vedova, scritto quando è morto suo marito che con la drammaturgia della Maglietta prende il titolo di Il difficile mestiere di vedova, con inseriti musicali del mandolino di Tiziano Palladino, parte integrante dello spettacolo e non un semplice accompagnamento. La Maglietta, anche amica della scrittrice, spiega la particolarità del testo: «Avevo già portato in scena un altro racconto della Grasso, Manca solo la domenica, ora ho scelto questa sorta di lettera che lei aveva scritto ad un amico quando era rimastra vedova e che l’amico le ha chiesto di pubblicare. Silvana Grasso è una filologa classica, con molta fantasia, scrive in un siciliano arcaico che deriva dal greco e che diviene quasi una musica. Silvana, dopo due anni di silenzio, decide di riprendere a scrivere per uscire dall’angoscia e dal dolore.  Inventa così un racconto assurdo, ma insieme concreto ed esilarante: quando la protagonista decide di ricominciare a frequentare gli amici,  viene considerata una mina vagante, pericolosa per le relazioni di coppia degli altri che temono sue nuove storie. L’autrice così, con ironia, denuncia il provincialismo dei paesi siciliani.»

Licia Maglietta si è fatta interprete anche delle parole di un’altra donna, la poetessa Alda Merini che aveva conosciuto personalmente e a cui aveva dedicato Delirio amoroso, un successo in Italia e in Europa: «Ho conosciuto Alda Merini, prima che diventasse “di moda” l’ho incontrata nel 1992 e da lì fino alla sua morte ho sempre avuto contatti con lei e siamo diventata molto amiche, c’era un grande affetto.»

Sempre sulle donne Licia Maglietta, che ora si dedica soprattutto al teatro, sua grande passione, rivela il suo interessante punto di vista: «Sono trentacinque anni che faccio teatro - prosegue - mentre al cinema siamo in un periodo buio per le donne. All’Università di Prato, con la professoressa  Teresa Megale, sto facendo una ricerca su quello che è stato rappresentato negli ultimi anni al cinema: risulta che solo il 12%  dei film ha un personaggio principale femminile. Si osserva  inoltre che il personaggio maschile è sempre avventuroso, eroico, d’azione, mentre quello femminile è perdente, frustrato e lo stesso accade anche in teatro! La percentuale delle donne che va a teatro, al cinema, alle presentazioni dei libri è molto più alta di quella degli uomini, mi chiedo allora in quale ruolo si immedesima il pubblico femminile?  Nell’uomo? Nella donna frustrata? Anche in teatro i ruoli per le donne sono limitati, ci sono molte attrici bravissime, che non lavorano e stanno a casa. Se scorrete i cartelloni dei teatri della prossima stagione vedrete che i nomi degli attori in scena sono prevalentemente di uomini e su questo bisognerebbe riflettere!».

DOVE & QUANDO

  

IL DIFFICILE MESTIERE DI VEDOVA, di Silvana Grasso, con Licia Maglietta e Tiziano Palladino. 1 agosto ore 21, Teglio, Palazzo Juvalta. Info: Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito. Per il calendario completo degli eventi: Ufficio I.A.T. di Teglio, www.teglioturismo.it tel. 0342/78.20.00 - fax. 0342/78.36.12 - info@teglioturismo.it

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%