logo san paolo
martedì 11 agosto 2020
 
Vaticano
 

Lo Ior denuncia il suo ex presidente

06/12/2014  Il promotore di giustizia vaticano apre un'indagine su Caloja, Scaletti e Liuzzo. Ipotesi di peculato per 23 milioni di euro.

«Il promotore di giustizia del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano ha aperto una indagine nei confronti di due ex-dirigenti dello Ior per una ipotesi di peculato per operazioni immobiliari avvenute nel periodo 2001-2008». Il portavoce vaticano padre Federico Lombardi conferma con queste parole che «l’indagine è estesa anche a un avvocato per concorso nei fatti». Le parole del direttore della sala stampa vaticana seguono una nota dello stesso Istituto per le opere di religione (Ior)  nella quale si spiega che lo Ior «ha denunciato due ex manager e un avvocato alcuni mesi fa, atto che sottolinea il suo impegno a favore della trasparenza e della tolleranza zero, anche in relazione a sospetti su fatti del passato. Le denunce presentate alle autorità vaticane concernono fatti avvenuti tra il 2001 e il 2008 ed emersi nel quadro del processo di verifica interna avviato dall'Istituto all'inizio del 2013. I conti tenuti presso lo Ior dagli indagati sono stati sequestrati su ordine del promotore della Giustizia».
La nota non fa nomi, ma gli indagati sono l’ex presidente dello Ior, Angelo Caloja, l’ex direttore Lelio Scaletti e l’avvocato Gabriele Liuzzo per operazioni che si aggirano sui 23 milioni di euro. 
«Siamo molto lieti che le autorità vaticane stiano agendo con risolutezza», ha affermato Jean-Baptiste de Franssu,
presidente del Consiglio di sovrintendenza dello Ior, mentre la nota avverte che lo Ior «si asterrà dal rilasciare altre dichiarazioni mentre sono in corso le indagini».

I vostri commenti
3
scrivi

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%