logo san paolo
domenica 28 novembre 2021
 
 

Ma davvero il Dio creatore si preoccupa di noi?

27/08/2017 

GIAN FRANCO - L’immensità dell’universo ci fa capire la potenza e la grandezza del Creatore. Com’è possibile che si preoccupi dei sette miliardi di microbi rissosi che vivono in questo sasso sperduto?

«Il silenzio di questi spazi infiniti mi sgomenta», scriveva Blaise Pascal, esprimendo lo smarrimento e il disorientamento prodotto dalle scoperte astronomiche del suo tempo, quando l’uomo e la Terra si sono trovati completamente spiazzati e decentrati, mentre ritenevano di essere al centro del cosmo. Ma il Dio cristiano non viene a incontrarci perché siamo al centro dell’universo, ma viene ad amarci proprio nella nostra marginalità e a farsi piccolo non solo in un pianeta sperduto e periferico, ma in un piccolo paese della Palestina, neppure esso al centro del mondo allora conosciuto. La consapevolezza di questo amore ci chiede di rispondere con l’amore verso il Creatore e verso gli altri, superando atteggiamenti rissosi e violenti, perché questo “sasso sperduto” possa divenire sempre più umano e abitabile, con la consapevolezza che il Dio infinito ed eterno si rivela nel tempo e nella finitudine e nella morte del suo Figlio crocifisso fuori della città ed emarginato dal potere mondano.

Oggi puoi leggere GRATIS Famiglia Cristiana, Benessere, Credere, Jesus, GBaby e il Giornalino! Per tutto il mese di agosto sarà possibile leggere gratuitamente queste riviste su smartphone, tablet o pc.

I vostri commenti
15

Stai visualizzando  dei 15 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo