logo san paolo
venerdì 07 agosto 2020
 
 

Madri migranti: l'importanza dello iodio

12/06/2016  Parte da Ibsa, in collaborazione con i gesuiti del San fedele di Milano, il progetto per le madri migranti per scongiurare la carenza di iodio che porta gravi ritardi nei bambini

L'obiettivo è quello di scongiurare le conseguenze della carenza di iodio. Gran parte delle donne migranti, infatti, provengono da aeree classificate come insufficienti dal punto di vista dell'assunzione di iodio. Carenza che si trasferisce nei nascituri con conseguenze che vanno dal grave ritardo mentale a problemi di crescita, a mortalità infantile a infertilità. Ibsa, insieme con i gesuiti del San Fedele di Milano, ha lanciato una campagna in Italia, Albania e Camerun per sensibilizzare le future mamme alla prevenzione attraverso la distribuzione di questionari in sei diverse lingue e, in alcuni casi, con la distribuzione gratuita nei centri di accoglienza, in Italia, dell'integratore Thirodium Ibsa.

Come è stato spiegato presentando la campagna nella sala stampa di radio Vaticana, la carenza di iodio, secondo i dati di Who e Unicef, rappresenta la più importante causa evitabile di danni cerebrali a livello globale: le persone che vivono in aree affette da grave carenza iodica possono avere un QI fino a 13.5 punti inferiore rispetto a chi vive in aree in cui la presenza di iodio è adeguata. Un deficit mentale, questo, che ha un effetto immediato sulla capacità di apprendimento dei bambini, sulla salute delle donne, la qualità di vita e la produttività economica.

Al progetto, oltre Ibsa Farmaceutici Italia in qualità di promotore, e ai gesuiti del San fedele, partecipa anche il mondo accademico con gli studi condotti nell’Università di Pavia, i gesuiti di Tirana, la Caritas Internationalis e l’Arcidiocesi di Bamenda, in Camerun.

per diffondere la campagna è stata creata la sezione "Spazio pazienti" nel portale www.tiroide.com

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%