Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 26 maggio 2024
 
dossier
 

Marcia trionfale, oro a Stano nei 20 chilometri

05/08/2021  L'atleta pugliese passa in testa al 12° km. e domina la gara vincendo davanti a due giapponesi. È il terzo titolo olimpico per l'atletica italiana a Tokyo.

Massimo Stano, 29 anni, un ragazzo pugliese originario di Grumo Appula, atleta della Fiamme Oro, allenato da Patrizio Parcesepe ha vinto i 20 chilometri di marcia nel caldo torrido di Sapporo,  dando così all’atletica italiana la terza medaglia d’oro delle Olimpiadi di Tokyo.

L'atletica italiana ringrazia ancora una volta i suoi grandi faticatori della strada. Gli artisti della punta e del tacco.  Quelli che lottano con le vesciche  e il mal di pancia, la sete e i crampi, il sole  e la pioggia. Quelli che non finiscono in copertina per esibire il muscolo o il tatuaggio, ma si macinano ogni anno migliaia di chilometri sull'asfalto, con quella andatura un po' buffa, arcaica, scomoda. Che sembra rendere ancora più pesante e dolorosa la fatica. La marcia è l'arte del non staccare mai il piede da terra. Secondo il regolamento tecnico internazionale è “una progressione di passi eseguiti in modo che sia mantenuto un contatto ininterrotto con il terreno”. E' l'espressione atletica del cammino.

Stano è andato in testa al gruppo al 12° chilometro, poi ha dominato la gara lasciando indietro tutti i suoi avversari. Alle sue spalle, sul podio, due giapponesi: Koki IKeda (argento) e Toshikazu Yamanishi (bronzo).

Quella di Stano è la 18a medaglia olimpica della marcia italiana. L’ultima vittoria nei 20 km. era stata quella di Ivano Brugnetti ad Atene nel 2004. Quarantuno anni fa, a Mosca, vinse l’oro Maurizio Damilano.  Stano vive ad Ostia e per amore della moglie (l’atleta marocchina Fatima Lofti), si è convertito all’Islam. Hanno una figlia, di nome Sophie.

Multimedia
4x100, travolti dall'emozione. Le foto più belle
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo