logo san paolo
sabato 08 agosto 2020
 
IL CASO
 

Marò, riconosciuta l'immunità, la giurisdizione è italiana; all'India un risarcimento

02/07/2020  Il Tribunale arbitrale internazionale ha dato ragione al nostro Paese. I giudici hanno riconosciuto "l'immunità" dei Fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone in relazione ai fatti accaduti il 15 febbraio 2012 e all'India viene pertanto precluso l'esercizio della propria giurisdizione nei loro confronti. L'ordinario militare monsignor Marcianò esprime gioia per la decisione e fiducia nella giustizia italiana.

Importanti novità sul caso dei marò. Il Tribunale arbitrale internazionale ha dato ragione all'Italia. I giudici hanno riconosciuto "l'immunità" dei Fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone in relazione ai fatti accaduti il 15 febbraio 2012 quando il comandante e l'equiupaggio del peschereccio indiano St. Antony lamentarono d'essere stati fatti oggetto di colpi d'arma da fuoco al largo delle coste del Kerala denunciando la morte di due pescatori. Le autorità indiane accusarono i due militari italiani in missione antipirateria sulla nae mercantile Enrica Lexie, arrestandoli e rivendicando il diritto di processarli., L'Italia sollevò un problema di girusidizione. Ora l'arbitrato internazionale ha precluso all'India l'esercizio della propria giurisdizione nei loro confronti.

Il Tribunale internaziuonale, infatti, ha riconosciuto che i militari erano funzionari dello Stato italiano, impegnati nell'esercizio delle loro funzioni, ha reso noto la Farnesina. La giurisdizione del caso Lexie è dunque dell'Italia. Inoltre, secondo il Tribunale "l'Italia ha violato la libertà di navigazione e dovrà pertanto compensare l'India per la perdita di vite umane, i danni fisici, il danno materiale all'imbarcazione e il danno morale sofferto dal comandante e altri membri dell'equipaggio del peschereccio indiano Saint Anthony", a bordo del quale morirono i due pescatori del Kerala. "Al riguardo, il Tribunale ha invitato le due parti a raggiungere un accordo attraverso contatti diretti".

Tra le reazioni e i commenti da registrare lintervento delli’Ordinario mitare per l’Italia, monsignor Santo Marcianò, il quale parlando con l'agenzia di stampa Adnkronos ha dato voce alla soddisfazione per la decisione del Tribunale dell’Aja che ha assegnato la giurisdizione al nostro Paese nella tormentata vicenda dei due fucilieri. “È per me motivo di gioia apprendere della decisione del Tribunale dell’Aja, secondo cui il processo ai due fucilieri di Marina - Massimiliano Latorre e Salvatore Girone – viene assegnato all’Italia, Paese a servizio del quale essi operano con competenza e dedizione”,  Un caso che monsignor Marcianò ha sempre seguito da vicino: “In questi anni ho sempre seguito, con interesse e apprensione, la non facile vicenda giudiziaria le cui diverse tappe hanno richiesto ai nostri due militari grande forza d’animo e pazienza, e alle autorità italiane tenacia, trasparenza e senso della giustizia”. Il vescovo Marcianò, esprimendo ”rispettosa fiducia nella giustizia italiana”,  rinnova “tutta la vicinanza di pastore a Massimiliano e Salvatore, ai quali mi lega un sincero rapporto di stima e affetto rafforzato da tante occasioni di incontro, mentre auguro un lavoro sereno, proficuo e fecondo di verità a coloro che saranno impegnati in questo importante processo, che accompagnerò con la preghiera”. Il 15 giugno 2019, l’Ordinario militare ha celebrato la Messa per le nozze di Latorre con la benedizione apostolica del Papa. 

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%