logo san paolo
mercoledì 10 agosto 2022
 
 

Materie prime: +33% in un anno

23/03/2011  Le piccole imprese italiane hanno speso 155 miliardi di euro in più

Un aumento di 155 miliardi di euro in un anno, il 33% in più rispetto a 12 mesi prima: i prezzi delle materie prime hanno avuto un’impennata che, secondo l’ufficio studi di Confartigianato, sta mettendo in grave difficoltà i piccoli imprenditori artigiani che solo ora cominciavano a intravedere una lenta ripresa.

Gli effetti più evidenti si sono avuti in Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte, in particolare sui settori metallurgico e alimentare dove i rincari medi sia attestano rispettivamente al 37,1% e al 39,3%. Considerando i singoli materiali le percentuali di aumento sono ancora più alte: 147% per il cotone, 91,3% per la gomma, 73% per il frumento, 65,5% per la gomma. Questo si traduce in una erosione del margine di profitto per l’imprenditore, ma anche un aumento dei prezzi per i consumatori. Aumenti anche sui mercati energetici con prezzi in salita del 9,8%, in particolare impennata per i carburanti: la benzina ha visto un incremento di quasi al 12%, il gasolio per autotrazione addirittura del 51,5%.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo