Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 22 aprile 2024
 
Il Teologo
 

«Sposata per 40 anni senza matrimonio religioso: non pensavo di avere aiuto dal prete»

05/02/2019 

WILMA - Per 40 anni mi sono sentita esclusa dalla Chiesa perché mio marito si rifiutava di contrarre matrimonio religioso. Il mio parroco in 10 anni non mi ha mai chiesto: ne vuoi parlare? Ma quando mi sono aperta, insieme abbiamo trovato la soluzione.

Spesso il parroco si trova in difficoltà a parlare con i suoi fedeli delle vicende del loro amore. Sa che è un problema che più di ogni altro appartiene al privato e non sa quali potrebbero essere le loro reazioni. Però c’è anche da chiedersi perché i fedeli non aiutano il parroco a entrare nell’argomento. È compito di un parroco aiutare i fedeli a capire come l’amore va vissuto e si possano superare situazioni che sembrano chiuse. La lettrice ha potuto constatare che quando lei ha preso l’iniziativa si è trovata la soluzione per superare il rifiuto del marito e ha riportato nella sua vita la gioia di non sentirsi esclusa dalla Chiesa. Talvolta il sacerdote a cui il fedele si rivolge può non avere la preparazione per risolvere il caso, ma può sempre indicare a chi rivolgersi per la sua soluzione.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo