logo san paolo
sabato 23 ottobre 2021
 
Prima prova
 

Maturità 2018, il trucco era leggere i giornali

20/06/2018  Un filo rosso lega i temi del 2018 tra loro e al dibattito di questi giorni. Era giusto il consiglio di Luca Serianni: leggere i giornali sarebbe stato d'aiuto, non solo per il tema d'attualità.

Luca Serianni, professore di lungo corso, linguista e italianista accuratissimo, autore di una grammatica italiana che vale una Bibbia laica per chi vuole dominare parole e forma senza lasciarsene dominare, nei giorni scorsi ai maturandi aveva dato il consiglio giusto: non fate il toto-tema, leggete i giornali.

D’accordo il toto-tema è inevitabile il giorno prima, ma se il sondaggio spannometrico di uno dei tanti siti di scuola avesse colto davvero nel segno nel dire che un maturando su cinque sarebbe stato disposto a credere a chi vendeva sul web fumo di tracce avute in anticipo, per la scuola italiana non sarebbe una buona notizia: vorrebbe dire che ha perso una volta su cinque la battaglia del senso critico. Troppo.

Se invece i maturandi hanno evitato di farsi truffare da qualche sedicente anticipatore sul web e hanno ascoltato Serianni, un aiuto l’hanno certamente trovato. Delle tracce dei temi di oggi i giornali sono indirettamente pieni. Vi si discute di censimenti su base etnica, di bambini separati dalle mamme sulla frontiera tra Messico e Stati Uniti, di propaganda e dittatura, e tanta bioetica c’è stata lungo i mesi dell’anno scolastico trascorso: avrebbero trovato anche un assist indiretto di Papa Francesco nell'omelia di Santa Marta un paio di giorni fa per gli studenti alle prese con il saggio breve sulla propaganda.

Tutti gli argomenti di cui sopra tornano utili a chi si cimenta con Giorgio Bassani, difficile infatti in questi tempi e di questi giorni, con davanti un brano del Giardino dei Finzi Contini, quand’anche non si lo si conoscesse da prima, non sentir risonare l’eco di che cosa voglia dire sentirsi integrati un giorno per scoprirsi all’improvviso diversi il giorno dopo, perché una legge ti mette al bando con il pretesto di una diversità. Difficile non ragionare del fatto che proprio per questo i classici diventano tali: perché sanno sopravvivere al proprio spazio/tempo per pizzicare corde universali. Gli stessi temi tornano utili anche a chi affronta la traccia d’attualità, difficile per come è enunciata, – vola alto  per un diciannovenne e per una scuola così storicamente distratta in tema di educazione civica – sull’articolo 3 della Costituzione e a chi affronta quella su masse e propaganda: le connessioni intertestuali e storiche tra tracce letterarie, storiche  e d'attualità sono tante. Massa e propaganda, la vicenda dei Finzi –Contini, l’articolo 3 della Costituzione sono solo apparentemente indipendenti sulla carta: quell’articolo, cardine tra i principi fondamentali che regolano il nostro essere Stato, non sarebbe fomulato così, se non avesse avuto alle spalle vicende di propaganda e dittatura, di leggi razziali e della guerra devastante che ne è scaturita. Nemmeno il tema sulla cooperazione internazionale, nella tipologia B, sarebbe facilmente affrontabile, senza partire dal punto storico della fine della Seconda guerra mondiale, senza ragionare delle sue premesse, senza interrogarsi sulle conseguenze a lungo termine fino all'attualità strettissima.

Se la parola Maturità ha ancora un significato, se davvero servisse, come si dice, a saggiare una crescita globale avvenuta, sarebbe bello che questi temi così carichi di questioni alte, potessero innescare una riflessione autentica nelle persone che crescono, lasciando loro qualcosa di più profondo dell’ansia del rito di passaggio di queste ore: una cultura che torni come un’eco di domande di tanto in tanto, nel domani che verrà, qualunque lavoro si vada a fare, quando da adulti, superata l’ansia degli esami, ci sarà la saggezza per capire che la vera maturità è non smettere di farsi domande difficili e di cercare risposte, di solito troppo complesse per stare nella brevità tranciante di un tweet.

Ps. Fanno storia un po' a sé la traccia letteraria sulla solitudine e quella sulla creatività, che, al di là dei temi stimolanti, mostrano il limite che c’è sempre nella tipologia B da quando esiste questa formula: la difficoltà di organizzare un discorso coeso, poggiandolo su documenti scelti da altri, a rischio d’essere accozzati un po’ a caso, che hanno il vantaggio di dare a tutti, anche ai bloccati dal panico da foglio bianco, qualcosa da dire, ma anche lo svantaggio di peccare di incoerenza e di avere ciascuno un contesto che lo studente potrebbe non aver chiaro rischiando fraintendimenti.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%