logo san paolo
martedì 05 marzo 2024
 
 

Indignati del Mediterraneo

26/10/2011  La terza edizione del Meeting "MeYouMe" riunisce a Cosenza 250 giovani tra i 18 e i 35 anni italiani e di altri Paesi, dalla Spagna all'Egitto, dalla Grecia alla Turchia.

Dopo le primavere arabe e le manifestazioni degli indignados di vari Paesi, il mondo giovanile non sarà più lo stesso. I grandi movimenti nel Nord Africa e in Medio Oriente, la mobilitazione sul Web, i social network, la piazza hanno offerto ai giovani un nuovo protagonismo, che loro non hanno più intenzione di lasciarsi scappare. Per questo, all'indomani delle "rivoluzioni" in Egitto, Tunisia, Libia - ma in alcuni Paesi come la Siria la rivolta è ancora drammaticamente in corso - e mentre dalla Spagna al resto del mondo si propaga la protesta degli indignados, la terza edizione del Meeting dei Giovani del Mediterraneo ("MeYouMe"), a Cosenza dal 27 al 31 ottobre, riveste un significato e un valore fondamentali.

Nella città calabra si incontrano 250 giovani, dai 18 ai 35 anni - per metà italiani e per metà stranieri, provenienti da Europa meridionale, Nord Africa, Vicino oriente e Balcani - per confrontarsi e pensare a forme di collaborazione tra le reti giovanili dei diversi Paesi. Tema del Meeting di quest'anno: "Disegniamo il nostro futuro! Spazi di partecipazione dei giovani nei cambiamenti sociali". A promuovere l'evento - inserito fra le iniziative dell'Anno europeo del volontariato del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali - sono il Movimento di Volontariato italiano, la cooperativa sociale cosentina Delfino Lavoro, la Provincia, il Comune di Cosenza, l'Università della Calabria e la Fondazione Carical, con l'adesione di altri enti e associazioni (per informazioni: www.spazioxxl.it, http://meyoume.rexpo.it).

Il Meeting del 2011 arriva come conclusione del progetto "XXL-Spazi larghi di partecipazione giovanile", promosso dal Movimento di volontariato italiano nel corso di quest'anno coinvolgendo 1.200 ragazzi in otto Regioni italiane.  Fin dalla sua prima edizione, nel 2008, "MeYouMe" si propone come uno spazio di incontro fra i giovani che vivono, studiano, lavorano, si impegnano nello spazio di terra che gravita intorno al Mediterraneo, da sempre crocevia di popoli e volti, di idee e storie, di scambi economici e culturali. Giovani di diverse lingue e culture, accomunati dal desiderio di costruire un'area euro-mediterranea di pace, dialogo, collaborazione e sviluppo, attraverso la cooperazione tra le reti giovanili e associazioni studentesche nei vari Paesi. Tra le associazioni che partecipano all'edizione di quest'anno, ad esempio, c'è l'egiziana Developement no borders, vincitrice del Premio Euro-Med per il dialogo nel 2010; creata nel 2003, l'associazione porta avanti progetti nel campo dell'educazione e dei servizi sociali (come il sostegno agli orfanatrofi e le campagne di vaccinazioni per i bambini) e scambi internazionali.

I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo