Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 22 maggio 2024
 
 

Mercatini di Natale in Alto Adige

02/12/2010  Un appuntamento che si rinnova da venti anni, per un Avvento pieno di atmosfera.

Vin brulé  e thè alle spezie, luci, colori, palline di vetro colorato, statuine del presepe, dolci: i mercatini di Natale sono una festa per grandi e bambini. In Alto Adige le casette di legno piene di oggetti di artigianato festeggiano quest’anno la ventesima edizione.
La loro origine però è molto più antica e risale alla cultura mitteleuropea. L’Avvento nei Paesi dell’Europa centrale, soprattutto di lingua tedesca, è uno dei momenti più importanti dell’anno. Le quattro settimane che precedono il Natale sono ricche di appuntamenti, simboli e tradizioni secolari, che rivivono ogni anno, tramandate fedelmente dalle famiglie altoatesine.

E si ritrovano oggi nei “Mercatini originali dell’Alto Adige”, un percorso che attraversa tutta la regione da Bolzano, Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico, alla scoperta di  manifestazioni, gusti e profumi del periodo natalizio in Alto Adige/Südtirol.
 Simbolo di questo magico periodo è il Calendario dell’Avvento arricchito da decorazioni e motivi natalizi. Dal 1° al 24 dicembre ogni giorno viene aperta la finestrella del calendario, corrispondente al giorno, dietro la quale si scoprono immagini e disegni che richiamano l’atmosfera del periodo natalizio e delle sue tradizioni.
 
In tutti i mercatini ormai ci sono i giganteschi calendari e a Vipiteno l’apertura quotidiana viene festeggiata con cori e concerti. In ogni mercatino sono allestiti forni all’aperto, dove imparare a fare i dolci tipici, come Zelten & Strudel, ma anche biscotti e altre ricette natalizie. Un’altra iniziativa che si ripete anche in questa edizione è la vendita dei famosi “Lebkuchen”, il dolce tradizionale con ricetta speciale (parte del ricavato va alla Fondazione Francesca Rava).
 
Proprio per rivivere la tradizione e l’originalità, particolare attenzione viene data all’artigianato locale e tradizionale. A Bolzano c’è uno degli artisti-artigiani più estrosi e conosciuti in città, Cobo, che per il mercatino di Natale prepara uno stand fatto di portafortuna, di piccoli animaletti e di fatine fatti esclusivamente con materiali del bosco. Presepi fatti a mano in grandezza naturale o in miniatura accompagnano gli ospiti a Bressanone in un percorso di riflessione e di devozione, che segna la via al Museo Diocesano per la visita alla preziosissima collezione di presepi. nche a Vipiteno grande attenzione è riservata ai presepi con esposizione in vari punti della cittadina. Per i bambini sono previsti dimostrazioni di vari artigiani e laboratori.
 
I mercatini sono aperti tutti i giorni fino al 23 dicembre a Bolzano e fino al 6 gennaio a Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno. Tutte le informazioni, pacchetti e suggerimenti sul sito www.suedtirol.info
Alto Adige informazioni, tel. 0471/99.99.99.
   

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo