Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
giovedì 18 aprile 2024
 
 

Migliorisipuò, insieme contro la discriminazione

23/10/2014 

Ci siamo. Dal oggi, 23 ottobre, parte un’iniziativa senza precedenti, promossa da Avvenire, Famiglia Cristiana, la Federazione italiana settimanali cattolici con le sue 190 testate, e dall’agenzia Armando Testa. Tutta la stampa di matrice cristiana si è unita nel dar vita a questa campagna sociale. Viene presentata alla Camera dei deputati, insieme alla presidente Laura Boldrini. «Anche le parole possono uccidere», questo il nostro messaggio. Vogliamo dire “no” alla discriminazione.


#migliorisipuò | Anche le parole possono uccidere




I manifesti stanno arrivando in migliaia di parrocchie, oratori, scuole: vi si vedono volti “trafitti” da parole denigratorie, frutto di pregiudizi, che assumono la forma di proiettili. L’iniziativa si inscrive in un progetto più ampio, denominato #migliorisipuò, che prevede lo sviluppo di altre future iniziative analoghe, con l’obiettivo di promuovere consapevolezza, far riflettere, stimolare la crescita personale e della società.

Diciamo quindi un “no” alla discriminazione, ma insieme un “sì” a una società più sensibile, attenta, accogliente. Come dice papa Francesco «più fraterna». Proprio lui, di recente ha detto: «Parlar male di qualcuno equivale a “venderlo”, come fece Giuda con Gesù». Con questa iniziativa vogliamo raccogliere il monito di Francesco. I nostri giornali condividono la vocazione a stare dalla parte delle vittime, degli sconfitti, degli imperfetti, di quelli di cui “si dice ogni male”. Cari lettori, fatela vostra questa campagna: venite sui nostri siti internet, sottoscrivetela, lasciate un messaggio, raccontate una vostra esperienza. Rilanciatelo e condividetelo. Migliori si può. Diciamolo a voce alta.

Don Antonio Sciortino, Marco Tarquinio, Marco Testa e Francesco Zanotti

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo