logo san paolo
domenica 27 settembre 2020
 
MIGRANTI
 

Mattarella: «Lampedusa è il volto migliore dell'Europa»

04/06/2016  L'Italia e la Ue siano grate all'isola, ha detto il Presidente: «sono debitrici di riconoscenza per le vite salvate, l'assistenza e l'ospitalità». La piccola Favour è «necessariamente italiana» ha aggiunto. Intanto a Sud di Creta un altro naufragio. E in Libia sono stati recuperati cadaveri di profughi annegati.

«L'Italia e l'Europa sono debitori di riconoscenza a Lampedusa per le vite salvate, per l'assistenza, per la prima ospitalità date ai migranti». Lo ha detto il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, a Lampedusa. «Lampedusa - ha aggiunto - è la porta d'Europa e la base per un ponte tra i continenti. L'isola ha offerto a chi è arrivato, e la sente come seconda patria, il volto migliore dell'Europa». Nell'isola, il Presidente ha inaugurato il Museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo. La sua prima tappa a Lampedusa, però, è stata la Porta d'Europa, scultura in Mimmo Paladino che simboleggia l'accoglienza di Lampedusa ai migranti che vengono dal mare. «Per affrontare un fenomeno come quello delle migrazioni - ha detto il Capo dello Stato - serve l'impegno di tutti. L'Italia e Lampedusa non possono essere lasciate sole».

Nel Museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo è ospitato, tra l'altro, un quadro dipinto da Caravaggio a Malta, un "amorino dormiente" che in qualche modo rimanda all'immagine del piccolo Aylan. «Quanti sono i bambini morti nel Mediterraneo? Quanti gli uomini e le donne che non ce l'hanno fatta? Conosciamo solo una parte dei destini di chi ha affrontato il mare, di molti non sappiamo le sorti», ha affermato Mattarella, che ha ricordato gli sforzi degli uomini dello Stato prodigatisi per salvare le vite dei migranti. Il Presidente ha anche ammesso che di molti non si conosce il destino. Nella sua visita sull'isola il Capo dello Stato ha anche incontrato la poliziotta che si è presa cura della piccola africana, Favour, di nove mesi arrivata sola sull'isola: la madre è morta durante la traversata del Mediterraneo. Durante il suo discorso il presidente della Repubblica ha definito la bambina «necessariamente italiana».

Le operazione di recupero dei migranti annegati sulla costa libica. Foto Ansa.
Le operazione di recupero dei migranti annegati sulla costa libica. Foto Ansa.

Nelle stesse ore in cui il Presidente della Repubblica era a Lampedusa, è stata diffusa la notizia dell'ennesima tragedia, questa volta al largo di Creta: almeno 700 erano a bordo di una barca naufragata. L'Organizzazione mondiale per le migrazioni (Oim) ha parlato di "centinaia di dispersi" dopo il recupero di "340 persone messe in salvo" e di "quattro corpi" senza vita. "Si pensa che la barca sia partita dall'Africa con almeno 700 migranti a bordo", ha precisato l'organizzazione.  Secondo i media greci, la barca su cui viaggiavano i migranti naufragati a sud di Creta ha iniziato ad affondare in acque internazionali 75 miglia a sud del porto cretese di Kalo Limeni.

«E' stato un mercantile italiano - ha spiegato la Guardia Costiera - ad avvistare l'imbarcazione a sud di Creta alle 17.15 di giovedì 2 giugno. La nave ha riferito dell' avvistamento "di un battello con numerosi migranti a bordo in prossimità del limite delle aree di ricerca e soccorso marittimo (Sar) egiziane e greche». Roma ha allertato sia Il Cairo che Atene. L'Autorità egiziana non ha assunto il coordinamento dei soccorsi ritenendo la posizione dell'imbarcazione fuori dalla propria area di responsabilità. I greci, invece, si sono dati subito da fare.

Su tratti di spiaggia nella Libia occidentale, inoltre,  sono stati recuperati i corpi di 117 migranti annegati, tra cui quelli di 70 donne e cinque bambini. Lo ha riferito all'agenzia Ansa il portavoce della Mezzaluna rossa libica, Mohamed Misrati. Un sito specializzato in migrazioni, "Migrant Report", ha spiegato che i cadaveri recuperati sono quelli di vittime di naufragi avvenuti "all'interno di acque libiche" la "settimana scorsa". "Non è chiaro dove siano affogati" i migranti recuperati su un tratto di costa lungo circa 25 chilometri", avverte Migrant Report, segnalando però che i "cadaveri presentano segni di decomposizione avanzata". Il sito riferisce inoltre che la Guardia costiera di Zuara, "la settimana scorsa, aveva intercettato più di 450 migranti in quattro imbarcazioni tra mercoledì e giovedì. Stando ai sopravvissuti di due dei gommoni che si erano sgonfiati, erano annegate più di 100 persone".

I vostri commenti
9
scrivi

Stai visualizzando  dei 9 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%