Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
venerdì 12 aprile 2024
 
Studi di moda
 

Moda: «Vuole studiare solo ciò che serve per fare la stilista»

25/01/2023  Nostra figlia di 10 anni ha le idee già chiare sul suo futuro: vuole diventare stilista di moda. Desidera proseguire gli studi di scuola media in quel settore, ma per fortuna non c'è scelta. Speriamo che cambi idea anche sul liceo, se no non potrà seguire la strada che abbiamo fatto io e sua madre.

La nostra Ginevra ha 10 anni ma sembra avere le idee molto chiare. Vuole fare la stilista e inventare vestiti e scarpe tutte sue. Complice la zia, che lavora nel settore e le porta piccoli pezzi di stoffa e di finta pelle, lei si diverte a vestire la sua Barbie e talvolta cerca di fare qualcosa anche per lei stessa. Quando parliamo della futura scuola media dice sempre che preferirebbe studiare qualcosa che sia utile per la moda... Meno male che almeno per quel livello di studi non c’è scelta e speriamo che nel tempo cambi idea, altrimenti ciao liceo scientifico, dove io e sua madre abbiamo studiato prima dell’università. CLAUDIO

— Caro Claudio, sono certa che la zia che lavora nella moda le direbbe, come molte altre persone di mia conoscenza,di non avere fretta, ma, al contrario, di arricchire quel bagaglio culturale che si rivelerà prezioso se unito alla fantasia e alla creatività che già dimostra di avere. Conosco maturati al liceo classico e laureate in Ingegneria che stanno realizzando bellissimi percorsi in alcune delle grandi case di moda che, per fortuna, rappresentano una delle eccellenze del nostro Paese.

Si tratta di ambiti in cui – e qui mi rivolgo a te – è affascinante lavorare, quando la passione aiuta a superare anche qualche ripetitività o, per contro, molte accelerazioni del ritmo di produzione. Già fin d’ora, tuttavia, Ginevra si potrà divertire non solo a dar concretezza alle sue ispirazioni, ma anche ad approfondire una storia che è prima di tutto una vicenda abitata dai volti dei grandi stilisti e dalle immagini dei loro pezzi iconici.

Regalale un rigoglioso manuale, perfetto per la sua età, tutto illustrato e ricco di suggerimenti per colorare, tagliare, abbinare e incollare ispirati a venti stilisti, da Coco Chanel, con il suo tubino nero, ad Armani, con le giacche destrutturate e le sue linee pure. Si intitola Fare la moda (Salani) e l’hanno realizzato Martina Fuga e Lidia Labianca che, oltre alle creazioni di Karl Lagerfeld, Valentino e Stella McCartney, illustrano i tanti e diversissimi mestieri del grande e vario mondo che ruota intorno agli stilisti.

Le suggestioni sono mille, come potrete apprezzare anche voi genitori grazie a uno sfavillante numero della Rivista Dada tutto dedicato alla moda, pagine che, come sempre accade nel caso di questo piccolo gioiello edito da Artebambini, uniscono alla storia le esperienze vissute, ai giochi le proposte di laboratori intriganti, agli incontri i racconti e le invenzioni. Per aiutare Ginevra a scoprire, con calma, verso quali meraviglie vorrà impegnarsi.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo