Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
giovedì 30 maggio 2024
 
 

Monti al Ppe: basta prediche all'Italia

06/09/2012  Il presidente del Consiglio incontra il gruppo Ppe del Parlamento europeo. E ricorda il ruolo dell'Italia nel salvataggio della Grecia.

L'Italia è in assoluto il primo contributore per gli aiuti alla Grecia: lo afferma Mario Monti, invitato a parlare all'assemblea annuale del Partito Popolare Europeo alla Badia fiesolana presso Firenze, che ospita lo European University Institute. Il premier italiano spiega: Germania e Francia hanno banche molto esposte in Grecia e dunque se salvano Atene salvano anche soldi loro, mentre l'Italia, pochissimo esposta, non ha tornaconto.

Monti parla chiaro al PPE: basta con i cliche di Paesi solo virtuosi al Nord Europa e Paesi solo indisciplinati al Sud. "Così si alimentano ostilità tra popoli", il che - Monti dice - "è quello che mi  preoccupa di piu'". Un affondo su alcuni parlamentari tedeschi della CDU: sento discorsi - dice il premier italiano - che non sono all'altezza dei valori del PPE. E poi una proposta provocatoria: "Un codice di condotta che bacchetti parlamentari e capi di Stato che diano la colpa di tutto a Bruxelles o ad altri Paesi".

Infine un'immagine. L'euro è come il pinnacolo per la Cattedrale: non può essere il fattore di disintegrazione. E una confidenza: l'immagine è venuta in mente a Monti ai funerali, nella Cattedrale di Milano, del  cardinal Martini che " tanto si è occupato di integrazione europea con speranza cristiana e spirito di ecumenismo".  In definitiva,  un forte appello ai parlamentari europei che si ritrovano intorno ai valori cristiani: "Lavorate contro i disagi tra popoli".

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo