logo san paolo
domenica 13 giugno 2021
 
Edilizia e agricoltura
 

Morti sul lavoro, la strage continua

25/02/2015  Nel 2014 sono morte 135 persone nel comparto edililizio. Molte di queste lavoravano in nero e 25 avevano più di 60 anni. E sono già nove dall'inizio dell'anno i morti schiacciati dal trattore. Carlo Soricelli, direttore dell'Osservatorio indipendente di Bologna spera in un appello di Papa Francesco.

Già nove agricoltori schacciati dal trattore dall'inizio dell'anno. Non solo: cominciano ad arrivare i consuntivi dello scorso anno, e dicono che nel 2014 sui luoghi di lavoro sono morte complessivamente 135 persone nel comparto edililizio. ovviamente molte di queste erano in nero. E 25 avaveno un'età superiore ai 60 anni. Ed è questo il dato che fa più riflettere. La domanda è: la legge Fornero ha qualcosa a che vedere con l'aumento delle morti di lavoratori che svolgono mansioni "pesanti", per esempio i muratori over 65? I dati, in generale, sono impressionanti, e le notizie sugli infortuni spesso mortali passano quasi inosservate. Una delle persone che da anni, appassionatamente, con costanza e rigore, urla quasi nel "deserto" la disperazione per questo fenomeno è Carlo Soricelli, 65 anni, tecnico metalmeccanico in pensione, fondatore e direttore dell'Osservatorio indipendente di Bologna sui morti per il lavoro. Ed è lui che ci ha mandato gli ultimissimi dati disponibili. Oltre che al Presidente del Consiglio Renzi, ai ministri del Lavoro Poletti e delle Politiche Agricole Martina, ha scritto anche al Presidente Mattarella: «Spero, ma non ho dubbi, che su questo tema abbia la stessa sensibilità di Napolitano, con cui ho avuto diversi contatti».

Carlo Soricelli, 65 anni, tecnico metalmeccanico in pensione, fondatore e direttore dell'Osservatorio indipendente di Bologna sui morti per il lavoro.
Carlo Soricelli, 65 anni, tecnico metalmeccanico in pensione, fondatore e direttore dell'Osservatorio indipendente di Bologna sui morti per il lavoro.

Intanto, le morti nel settore edlizia del 2014, comparate con il 2013, tra i lavoratori con oltre 60 anni: nel 2013 sono morti nel comparto edilizio 130 persone e 19 avevano un'età superiore ai 60 anni. Nel 2012 ci sono stati 164 morti in edlizia di questi 21 avevano un'età superiore a 60 anni. Nel 2011 i morti in edilizia sono stati 164 e sono stati 24 quelli con un'età superiore ai 60 anni. «Come vede», spiega Soricelli,  «in percentuale l'aumento delle morti, ma anche degli infortuni gravi, c'è stato dopo la riforma Fornero. Ma l'avevo scritto subito dopo l'approvazione della nuova legge voluta dal Governo Monti. Come si fa far svolgere lavori pericolosi a persone che non hanno più i riflessi pronti e sono pieni di acciacchi inevitabili dopo una certa età? E questo vale per tutti i comparti, sopratutto l'agricolo, il metalmeccanico e nei servizi alle imprese.  Si tenga presente che la crisi in questo settore in questo momento è devastante, ma se riprenderà il lavoro i morti in quella fascia d'età sono destinati ad aumentere. Spero tanto che Papa Francesco mandi un messaggio forte, si salveranno molte vite. Rivolgo questo mio appello al Vaticano, sperando che venga accolto».

Il direttore dell'Osservatorio indipendente di Bologna invita anche a considerare che tra poche settimane ricomincerà la strage nei campi. Un agricoltore di 67 anni è rimasto schiacciato dal trattore in provincia di Ascoli Piceno: sono già nove dall'inizio dell'anno morti così atrocemente. «Una carneficina che è cominciata prima del previsto. Tra poco inizierà la bella stagione e ripartirà la strage, puntuale come ogni anno in questo comparto, senza che nessuno faccia niente. Ricordiamo ancora una volta che i ministri dell'Agricoltura, del Lavoro e il Premier dovrebbero interessarsi a queste tragedie che hanno visto morire 152 agricoltori nel 2014 e 142 da quando il 28 febbraio 2014 abbiamo mandato loro una mail per sensibilizzarli su queste tragedie e di fare una campagna informativa sulla pericolosità del mezzo, oltre che stanziare un po’ di soldi per la messa in sicurezza dei vecchi trattori.senza ottenere nessuna risposta».

Carlo Soricelli si chiede anche, un po' amaramente, se all'Expo - che come slogan ha "Nutrire il Pianeta, energia per la vita - si parlerà anche di questa "eccellenza" italiana. «Noi faremo di tutto per sensibilizzare e quel giorno porteremo il lutto al braccio il giorno dell'inaugurazione che è anche la Festa dei lavoratori, invitando tutti a farlo anche all'Expo. Complessivamente dall'inizio dell'anno a oggi sono morti sui luoghi di lavoro 65 lavoratori e sono già stati superati i morti dei primi due mesi del 2014 che erano 63. Ricordiamo che sui luoghi di lavoro nel 2014 abbiamo avuto complessivamente +12,5% rispetto al 2013».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 53,90 - 14%