logo san paolo
martedì 07 dicembre 2021
 
 

Mou, dall'occhio di bue all'occhio del ciclone

30/11/2010  Gli rinfacceranno il 5-0 a vita ma sopravviverà.

Mou ama provocare, ama stare al centro, ma non è un ingenuo e sa bene che quel gioco di spostarsi sempre nell’occhio di bue, che poi è quella luce violenta e circolare che a teatro illumina un uomo solo al centro della scena, ha un risvolto costoso. Capita che l’occhio, in caso di tempesta, diventi l’occhio di un ciclone, che ti faccia volare, lontano e cadere dall’alto.

     È successo  che a far volare gli stracci fino a far perdere palloni, partita e testa (vedi alla voce rissa) al suo Real Madrid sia stato il nemicissimo Barcellona, con una grandinata di cinque sassate a zero, la più pesante mai patita da Mourinho in carriera. Capita anche ai migliori, ai vincenti, a quelli che sanno portare l’Inter dove aveva sognato per oltre 40 anni.

     Ha ragione José Mourinho quando dice: «È un risultato che ti lascia l'amaro in bocca ma è facile da digerire perché non ha conseguenze». Per quanto pesante una sconfitta che non comporta eliminazione diretta passa, si rimedia. Quel che invece non passerà tanto presto sarà lo sfottò, il gusto di rinfacciare, gli striscioni, quel vezzo tanto amato dai tifosi di girare con sadica soddisfazione il coltello nella piaga dell’avversario battuto, un gusto che lievita in proporzione alla vis vis polemica dello sconfitto. 

    Ma questo Mr Mou lo sa bene. Chi di parole ferisce di parole perisce. E' un rischio che si prende da sempre nella massima consapevolezza Ha tanti peccatucci di vanità da farsi perdonare ma non è un pavido. Sopravviverà. Ma dovrà scontare la sua condanna: cinque dita aperte a monito perpetuo ogni volta che sfiorerà con lo sguardo la curva ospiti del Santiago Bernabeu, lo stadio della sua Champions League con l’Inter. Era una notte magnifica e faranno il possibile per mandargli di traverso il ricordo. Ma non sarà per questi graffi che smetterà di essere, nel bene nel male, José Mourinho in arte Mou.     

                  

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo