Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
martedì 21 maggio 2024
 
AFRICA
 

Mozambico, uccisa in un attacco l'italiana suor Maria De Coppi

07/09/2022  La religiosa, comboniana, era originaria di Santa Lucia di Piave (Treviso) ed aveva 82 anni. L'irruzione a Chipene, nel Sud del Paese. La comunità contava altre tre suore e due sacerdoti fidei donum, tutti miracolosamente scampati al raid omicida. La missione è stata data alle fiamme

Suor Maria De Coppi, religiosa comboniana, 83 anni. Tutte le foto di questo servizio sono tratte dal sito: www.comboniane.org
Suor Maria De Coppi, religiosa comboniana, 83 anni. Tutte le foto di questo servizio sono tratte dal sito: www.comboniane.org

L’attacco terroristico nella notte alla missione della diocesi di Concordia e Pordenone a Chipene (Mozambico meridionale) si è concluso tragicamente con la morte di suor Maria De Coppi. La missionaria comboniana aveva 82 anni ed era in Mozambico dal 1963. Era originaria di Santa Lucia di Piave (Treviso). Il centro missionario diocesano di Pordenone conferma che i ribelli hanno assaltato la missione, dando poi fuoco alle opere parrocchiali. “Suor Maria, missionaria comboniana, è stata uccisa durante l’agguato. Tutti i sopravvissuti sono adesso in fuga verso Nacala”.

 

La comunità contava altre tre suore e due sacerdoti fidei donum, scampati miracolosamente all’attacco. L’uccisione di suor Maria De Coppi viene confermata dalla sua Congregazione. Nella missione vivono un’ottantina di ragazzi e ragazze che sono stati messi in salvo. Il vescovo della diocesi di Nacala, monsignor Alberto Vieira, s'è messo subito in viaggio per rqaggiungere Chipene.

Suor Maria aveva più volte denunciato la guerra, lo sfruttamento e il terrorismo in Mozambico e le sofferenze del popolo, spendendosi per aiutare le famiglie del territorio provate da fame e violenze.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo