logo san paolo
mercoledì 08 dicembre 2021
 
 

Dischi e Dvd, "classica" per l'estate

05/08/2012  Alcuni consigli per una vacanza all'insegna della musica strumentale e lirica, con proposte discografiche e multimediali.

Sarà un luogo comune: ma in molti sostengono che se Giovanni Battista Pergolesi (1710 – 1736) avesse vissuto più a lungo dei 26 anni che la vita gli ha concesso sarebbe stato un compositore con pochi confronti nella storia della musica. Il direttore e musicologo Marcello Di Lisa ha inciso con il Concerto de’ Cavalieri un cd nel quale sono raccolte, a fianco di pagine già note, alcune riscoperte. La parte vocale è affidata alla bravissima Daniela Barcellona che ci ha detto:



Le sorprese non mancano: perché l’invenzione melodica e ritmica di queste pagine drammatiche e concitate sono al tempo stesso un banco di prova per la cantante ed una dimostrazione dell’inventiva giovanile del sommo. Il cd compare nella serie The Baroque Project (Il progetto barocco) della Sony: un’iniziativa che prosegue il suo cammino di celebrazione di un’epoca della musica i cui straordinari tesori continuano e continueranno ad emozionarci.

L’estate porta ogni anno da molto tempo Marta Argerich a Lugano nel mese di giungo per un Festival che la vede protagonista, insieme “ai suoi amici”, spesso giovani, con i quali suona in formazioni da camera o ai quali lascia spazio. L’anno successivo la Emi pubblica un cofanetto con le registrazioni dei concerti. 3 cd straordinari che ci permettono di ammirare e riascoltare il meglio dell’edizione 2011. Da Beethoven a Ravel, da Mozart a Schumann è un florilegio di grandi esecuzioni.

Miloš Karadaglić è il chitarrista del momento. Molto “personaggio” (come è oggi richiesto ad un musicista per ragioni commerciali), ma soprattutto grandissimo e sensibilissimo interprete. Il suo cd Miloš Latino affianca ai grandi spagnoli un paio di pagine notissime di Piazzola, come Libertango e Oblivion. Piacevolissimo, e con un tocco che incanta.

E chiudiamo con un dvd e con la musica lirica. L’Adriana Lecouvreur di Francesco Cilea allestita dal Covent Garden di Londra ed ora proposta dalla Decca è, a detta di molti, una delle più belle di sempre. Merito soprattutto dei due protagonisti: Angela Gheorgiu e Jonas Kaufmann. Assecondati dal direttore Mark Elder e dalla regia tradizionale di David McVicar. La risposta a chi sostiene il luogo comune che “non esiste più la lirica di un tempo”.

Tag:
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo