logo san paolo
venerdì 05 giugno 2020
 
 

Daniela: "Io, mamma, lotto per il futuro di mia figlia Sara"

16/03/2019  Hanno partecipato insieme al Friday for future di Napoli. "Ho spiegato con parole semplici alla mia bambina, che ha 8 anni, il significato di parole come cambiamento climatico, buco dell'ozono, effetto, surriscaldamento globale. E lei ha capito. Non dobbiamo perdere la speranza".

“Giù le mani dal mio futuro”. Il cartoncino bianco che Sara, una bambina di 8 anni con le guance rosee e paffute ha sventolato al Friday For Future di Napoli recita uno slogan sentito mille volte. Ma per Daniela che ha aspettato l’arrivo di Sara per 11 lunghi anni quella frase rappresenta un diritto alla vita. Un dovere morale che ogni cittadino dovrebbe avere nei confronti del prossimo. Daniela ha scelto di lottare per sua figlia, per Sara insieme a Sara. Ma anche per le altre donne che come lei hanno atteso la maternità, perché è convinta che l’aria inquinata e il cibo contaminato siano fattori che contribuiscono ai bassi livelli di natalità.

Così a casa mentre disegnavano il contorno delle proprie mani sul cartoncino bianco da portare in piazza, Daniela spiegava a sua figlia che cosa fossero il cambiamento climatico, il buco dell’ozono, l’effetto serra e il surriscaldamento del pianeta. Lo ha fatto con esempi e termini semplici e alla fine Sara, lasciando sprofondare il faccino nelle spalle e utilizzando appena un filo di voce ha detto: «Stanno inquinando tutto, la terra si sta seccando, gli alberi non ci fanno respirare più». Daniela con una voce più forte ribadisce ciò che Sara ha pronunciato timidamente. «Con parole semplici di bambina ha capito il senso della mobilitazione globale e il perché della manifestazione». Dice guardando Sara che con le manine si fa ombra sul viso, si protegge da un sole che al Sud, nel mese di marzo, regala già temperature estive. «Avremmo dovuto mettere la crema solare che protegge dai raggi ultravioletti».

 

Daniela con sua figlia Sara. Insieme alla manifestazione di Napoli
Daniela con sua figlia Sara. Insieme alla manifestazione di Napoli

Sara annuisce e apre il suo zainetto. Forse cerca proprio la crema ma alla fine tira fuori un barattolino di vetro (riutilizzabile e quindi ecologico) con dentro delle caramelle gommose a forma di orsetto polare. Animali che forse conoscerà solo in versione dolciaria o al massimo grazie a morbidi peluches. «Sono preoccupatissima per quello che dovranno affrontare questi ragazzi, i cambiamenti climatici sono sotto gli occhi di tutti e dobbiamo necessariamente impegnarci per non peggiorare. Nel nostro piccolo noi dobbiamo dare un contributo». Daniela ha paura che Sara possa essere in qualche modo ‘respinta’ come essere umano dal posto in cui vive. Teme che la malattia del mondo, l’inquinamento, possa contagiarla. Gli unici strumenti che possiede sono l’educazione la cultura. «Sono convinta che se i bambini imparano da piccoli cos’è la partecipazione e l’interessamento alla cosa pubblica senz’altro avranno un mondo migliore nel futuro», aggiunge la mamma.

Da qui l’insegnamento a rispettare l’ambiente e la sensibilizzazione verso questi delicatissimi temi vivendo in prima persona queste moblitazioni: «Sara è nata nel 2010 e tre anni dopo, ancora muniti di passeggino, abbiamo partecipato alla prima manifestazione contro la terra dei fuochi organizzata da don Maurizio Patriciello a Orta di Atella e nel novembre sempre del 2013 anche alla marcia dei 100 mila che si è tenuta a Napoli e poi ce ne sono state molte altre». Il percorso è sempre lo stesso, si va da Piazza Garibaldi verso piazza Plebiscito. Tre chilometri in cui Daniela e Sara hanno camminato l’una accanto all’altra senza stancarsi: «Quello che ci circonda a volte fa paura ma essere qui da speranza. La speranza è il fondamento della vita, senza saremmo finiti».

Multimedia
"Sing for the climate": la canzone che chiede di pensare all'ambiente
Correlati
"Sing for the climate": la canzone che chiede di pensare all'ambiente
Correlati
Napoli in piazza per il pianeta. E arriva l'elogio di De Magistris
Correlati
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%