logo san paolo
sabato 14 dicembre 2019
 
Solidarietà
 

Nave Italia, un modo speciale di servire in Marina

06/10/2019  Si conclude un'altra settimana a bordo di Nave Italia. Quest'anno 22 i progetti ospitati. "Per noi", dice il comandante Dario Gentile, "la consapevolezza di aver messo a disposizione la nostra professionalità per il bene del prossimo. Da parte dei ragazzi, a noi, un grande regalo umano".

A Valentina Laface, educatrice, capo progetto e counsellor dell’Associazione sclerosi tuberosa, va il crest di Nave Italia che rappresenta la nave stessa con il cigno che l’armatore olandese che la varò nel 1993 scelse come simbolo per l’unità un tempo usata per crociere charter verso le Antille e poi acquisita dalla Fondazione Tender to Nave Italia. Sotto una mano in segno di solidarietà «perché», spiega il comandante Dario Gentile, «la solidarietà sta alla base di tutti i progetti da noi ospitati». Infine il motto della nave “sursum corda”, in alto i cuori, che i ragazzi e l’equipaggio hanno interpretato in pieno nei giorni di navigazione. I genitori ascoltano e osservano. «Avete visto» dice loro il comandante di fregata al termine del video che mostra le attività a bordo, «che i ragazzi sono stati integrati in tutto e per tutto nell’equipaggio. Hanno fatto la manovra alle vele, hanno fatto la salita a riva, sono stati anche in orizzontale sul pavimento nel giorno in cui abbiamo preso un po’ di mare e sono stati provati un po’ da questa esperienza, ma che hanno superato benissimo». Tutti ricevono il diploma di Nave Italia e fanno la foto di rito. C’è commozione tra adulti e ragazzi. E «all’equipaggio», dice ancora il comandante, «resta la consapevolezza di aver servito, nella Marina, in maniera speciale, di aver fatto il proprio dovere facendo qualcosa per gli altri. Tutti noi», continua Dario Gentile, «siamo dei militari - e quello che abbiamo messo in campo noi può essere fatto anche dai nostri colleghi in servizio da qualche altra parte -  ma questo è un modo diverso di essere marinai approfittando di questa possibilità che abbiamo di stare vicino al prossimo. Per noi è un regalo umano perché ci dà la consapevolezza di sapere di essere delle persone fortunate. I 22 gruppi che passano da bordo ci fanno capire che siamo dei privilegiati e che quello che diamo per scontato non è così scontato per tutti. Ancora, ci rimane la gioia di esserci donati agli altri. Chi con un ballo, o con una canzone, o con un sorriso, o con una lezione dei nodi, o facendo aprire le vele, tutti si mettono a disposizione per donarsi agli altri sfruttando la propria professionalità». E, infine, conclude il comandante, «a noi rimane una occasione per fare del bene anche quando si ritorna a casa perché tutto l’equipaggio, quando si torna a casa dalle nostre famiglie, guarda il figlio o la figlia che hanno magari la stessa età delle persone che hanno incontrato a bordo con un occhio diverso e più consapevole».

 

 

Nella foto: Con i ragazzi e gli operatori, l’equipaggio di Nave Italia. Da sinistra: il comandante in seconda Michele Erra, Andrea Baccari, Alessandro Capasso e Orazio Casolo. In piedi dietro, Giuseppe Chianello, Nicola Guarino, Vincenzo Mandaglio, il nostromo Giuseppe Carnovale, Gianluca Ingenito, il cuoco Alessandro Raffo, il capo macchina Antonio Mignano. Al centro, Luca Laiso, segretario di rotta e ballerino, l’infermiere, ma per tutti doc, Michele Teofilo. A destra, con il berretto della nave, il comandante Dario Gentile, accanto a lui Leonardo Correnti. In basso a sinistra il direttore di macchina Gianluca Conti. Mancano all’appello, perché impegnati in altri servizi, i nocchieri Andrea Poso e Andrea Segafreddo, perché in licenza, ma hanno partecipato alle altre settimane, Rosario Longo e Marco Dinoi. Si nasconde alla vista, ma c’è nella penultima fila, l’altro cuoco Antonino Mandanici. Seminascosta con la maglia a righe verticali gialle e bianche, Valentina Laface. Seduta in basso a destra con la maglietta di Nave Italia, la project manager della Fondazione Tender, Angela Maria Campo. La foto è stata scattata da Alfredo Romino, ufficiale di rotta e P.I della nave.

 

 

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 88,40 € 52,80 - 40%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%