Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
venerdì 24 maggio 2024
 
 

Nel mondo virtuale si evade di più

29/07/2011  Due imprese su tre che operano nel web marketing non è in regola con il fisco

Il 62,7% delle imprese che operano nel settore della comunicazione multimediale e del web marketing evade il fisco. Lo ha denunciato l’Associazione Contribuenti Italiani durante il convegno “Evasione fiscale attraverso internet” che si è svolto a Capri nei giorni scorsi. In Italia il 62,7% degli operatori internet che si occupano di web non paga regolarmente le tasse e molto spesso utilizzano personale a nero, danneggiando seriamente il mercato - denuncia Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it -. Siamo pronti a stipulare un patto con il Governo per stroncare l'evasione fiscale e contributiva attraverso l'uso illegale di Internet».  

Dall’altra parte chi paga ogni anno quanto dovuto al fisco pretende maggiori controlli: sette italiani su 10 chiedono più rigore nella lotta all’evasione fiscale. Il 76% del campione intervistato giudica ancora insufficiente l’impegno del Governo nella lotta all'evasione fiscale, definendolo “poco” (45%) o "per niente efficace" (31%), a fronte del 26% di opinione contraria; un'azione inefficace è segnalata più diffusamente tra gli uomini (76% rispetto al 72% tra le donne), tra gli anziani (81%), e nel campione del Nord (81% rispetto al 74% nel Centro e al 61% nel Sud).

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo