logo san paolo
sabato 21 maggio 2022
 
Il caso
 

Nel nome del popolo italiano: perché in seconda serata?

04/09/2017  Il ciclo di quattro documentari dedicati ad altrettanti eroi nazionali è in programma solo alle 23.30, quando tanti telespettatori, soprattutto i giovani, non sono più davanti allo schermo. Un'occasione di educazione civile mancata, per poco coraggio.

NEL NOME DEL POPOLO ITALIANO IN ONDA ALLE 23.30 SU RAI 1  

Da questa sera su Rai 1 prende il via in prima Tv assoluta Nel nome del popolo italiano, ciclo di 4 docu-film da 60 minuti che racconta le vicende di quattro eroi nazionali: il giudice Vittorio Occorsio, il presidente della Regione Sicilia Piersanti Mattarella, il professor Marco Biagi, il capitano Natale De Grazia. Quattro uomini di Stato, quattro storie di vita e sacrificio per la difesa della democrazia, della legalità e di un ideale di integrità.

Una bella iniziativa, un esempio di Tv che davvero svolge un servizio pubblico. Con un neo...

Il ciclo di docu-film va in onda in seconda serata. Il palinsesto di Rai 1 prevede questa sera in prima serata un film, la commedia Professore per amore, e bisogna attendere la seconda serata per vedere Nel nome del popolo italiano, che andrà in onda solo dalle 23.30.

Un orario piuttosto tardo, che sicuramente escluderà tanti ragazzi delle nuove generazioni che pure avrebbero tratto grande giovamento dalla visione di questi documentari e avrebbero potuto fare conoscenza con personaggi che, magari, fin qui non avevano avuto modo di incontrare. Ma anche molti adulti, soprattutto quelli che devono alzarsi presto per raggiungere i luoghi di lavoro, faranno fatica a restare svegli fino a mezzanotte e mezza (quando finirà il filmato della durata di un'ora).

Per questo diciamo che si tratta di un'occasione mancata: sarebbe stato opportuno un pizzico di coraggio in più da parte dei responsabili della programmazione di Rai 1.

Il prodotto è di tale valore, civile e storico, che avrebbe dovuto convincerli a proporlo alla visione in prima serata, ampliando sicuramente la platea dei telespettatori. Avrebbe potuto essere un momento in cui una comunità si ritrova attorno ai valori fondanti della democrazia e della giusrtizia, grazie alla vicenda esemplare di questi uomini. Sarebbe stato un'eccellente lezione di storia su fatti recenti delle nostra storia. E sicuramente Nel nome dle popolo itaiano lo è, negli intenti e nei contenuti.

Non purtroppo, nella programmazione.

A questo punto resta una sola speranza: che gli ascolti questa sera siano così alti da indurre a uno spostamento nelle tre prossime serate. 

Oggi puoi leggere GRATIS Famiglia Cristiana, Benessere, Credere, Jesus, GBaby e il Giornalino! Per tutto il mese di agosto sarà possibile leggere gratuitamente queste riviste su smartphone, tablet o pc.

I vostri commenti
3

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo