logo san paolo
martedì 16 agosto 2022
 
 

"Nel teatro ci rendiamo conto di essere vivi"

07/02/2022  Michele Mariotti, nuovo direttore musicale del Teatro dell'Opera di Roma, spiega quale deve essere il rapporto di un teatro con la città. Martedì 8 febbraio il maestro pesarese dirige "Luisa Miller" di Giuseppe Verdi, con la regia di Damiano MIchieletto.

“Non dimentichiamoci di quella che è la funzione di un teatro. Non è un luogo di intrattenimento, ma un luogo dove una città si identifica”. Ha le idee molto chiare Michele Mariotti, nuovo direttore musicale del Teatro dell’Opera di Roma. Mariotti avrebbe dovuto assumere il suo ruolo dal prossimo novembre. “Ma perché aspettare novembre? Perché non subito?”, si è chiesto Francesco Giambrone, nominato alla fine dello scorso dicembre nuovo sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma. Così Mariotti ha già assunto l’incarico. La sintonia con Giambrone è totale. “Abbiamo la stessa visione e la voglia di fare squadra. Vogliamo portare il teatro nella città sempre condividendo progetti, non con un passaggio effimero, ma portando esperienze che si possono radicare”, dice il sovrintendente. “Abbiamo cominciato a lavorare a 100 all’ora, è faticoso, ma bello. Le cose da fare sono così tante che in questi giorni posso dire di riposarmi quando dirigo”, confida Mariotti con un sorriso.
Il maestro pesarese, 42 anni, già direttore musicale del Teatro Comunale di Bologna dal 2014 al 2018, ha diretto nei principali teatri del mondo e le orchestre più prestigiose. In questi giorni Mariotti sale sul podio del Costanzi per dirigere Luisa Miller, “melodramma tragico in tre atti” di Giuseppe Verdi, opera da lui già diretta a Roma nel maggio 2021 in assenza di pubblico e in forma di concerto, con diretta streaming sul canale YouTube di Opera di Roma.  Stavolta finalmente l’opera è in forma scenica, con la regia di Damiano Michieletto ripresa da Andrea Bernard, le scene di Paolo Fantin, i costumi di Carla Teti e le luci di Alessandro Carletti. Nel cast le voci di Michele Pertusi, Antonio Poli, Daniela Barcellona, Roberta Mantegna, Marco Spotti, Amartuvshin Enkhbat, Irene Savignano e Rodrigo Ortiz. Dopo l’anteprima giovani del 6 febbraio, la “prima” è prevista martedì 8 febbraio alle 20 (diretta di Radio3). Seguiranno quattro repliche fino a giovedì 17 febbraio.

Multimedia
Michele Mariotti a Roma: «A teatro si pensa, si ama si sogna: è un luogo per capire di essere vivi»
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo