logo san paolo
giovedì 23 settembre 2021
 
Trafficking, contrasto e prevenzione
 

No ai mercanti di uomini

21/01/2014  L'esclusione sociale è terreno fertile per il traffico di esseri umani. Due progetti di Caritas ambrosiana, in Moldavia e Bangladesh, lo combattono

©Caritas ambrosiana
©Caritas ambrosiana

Non potrebbero sembrare più distanti, Repubblica Moldava e Bangladesh, e non solo geograficamente. Eppure c'è qualcosa che accomuna questi due Paesi: il traffico di esseri umani, un mercato dove la domanda non conosce flessioni e si alimenta di vasti movimenti migratori, miseria, abbandono, esclusione e disagio sociale.

La Repubblica Moldava è uno dei principali bacini europei della tratta di esseri umani. Qui il trafficking ha radici profonde ed è un fenomeno trasversale: circa il 75 per cento sono donne che spesso sono vittime di sfruttamento sessuale nei Paesi della UE e balcanici, mentre il rimanente 25 per cento sono uomini, di frequente costretti a lavorare forzatamente in Russia o Ucraina. A destare preoccupazione, inoltre, è il 10 per cento di minori coinvolti nel traffico, la maggior parte dei quali per sfruttamento sessuale o per chiedere l’elemosina.

©Caritas ambrosiana
©Caritas ambrosiana

La scuola dell'obbligo in Moldavia cessa a 16 anni; ciò significa che molti giovani senza famiglia e fino a quest'età ospitati negli "internat", istituti per minori senza famiglia o abbandonati, si ritrovano per strada, senza prospettive o alternative, e finiscono per cadere vittime dello sfruttamento nel racket dell'elemosina, del lavoro forzato e della prostituzione.

Se a questo si aggiunge l'alto numero di nuclei familiari vulnerabili e di giovani ragazze sole precocemente diventate madri e costrette a occuparsi dei propri figli in solitudine, senza alcun sostegno, si può capire facilmente come un diffuso disagio sociale sia terreno fertile per la tratta di esseri umani.

Dal 2007 Caritas ambrosiana è attiva nel Paese con progetti educativi e di avviamento professionale improntati alla prevenzione dell'emarginazione: l'appartamento sociale "Verso l'indipendenza" accoglie ragazze di 16, 17 anni uscite dagli istituti e seguite da un'équipe di educatori. Una volta terminato il progetto, raggiunta una stabilità economica che permetta di trovare un alloggio, l’équipe rimane un punto di riferimento e confronto stabile per le ragazze.

Il Centro "In braccio alla mamma" offre inoltre servizi alle madri sole, alle madri adolescenti, alle mamme con neonati che non hanno un’abitazione o che si confrontano con problemi relazionali, economici e materiali. In questo caso le attività, coordinate da un'équipe di educatori, pongono al centro la cura del bambino e della famiglia e hanno come obiettivo l’inserimento del nucleo in un contesto capace di prevenire l'abbandono del minore e il consolidamento del legame di coppia. Infine nel corso del 2014, sarà avviato il nuovo progetto “Casa Maria”, un appartamento di transito per coppie mamma-bambino che necessitano di ulteriore accompagnamento psico-sociale dopo la prima fase emergenziale.

Bambini nel villaggio di di Banisanta, Bangladesh ©Caritas ambrosiana
Bambini nel villaggio di di Banisanta, Bangladesh ©Caritas ambrosiana

In Bangladesh il traffico di esseri umani ha dimensioni impressionanti: le stime sono di 20 mila casi all'anno tra sfruttamento sessuale, lavoro forzato e riduzione in schiavitù. Caritas ambrosiana ha avviato progetti di contrasto alla tratta nella parte sudoccidentale del Paese, una zona flagellata da calamità naturali come inondazioni e cicloni, che hanno reso la terra improduttiva ai fini agricoli.

Nel villaggio di Banisanta si trova uno dei più noti bordelli del Paese, dove le prostitute vivono con i propri figli in inimmaginabili condizioni di miseria materiale e non solo. Molte donne sono vittime dei trafficanti, ma molte altre sono state vendute dai loro stessi mariti e costrette con la violenza a prostituirsi. Come se non bastasse, i figli di queste donne sono a loro volta a forte rischio di subire violenze e sopraffazioni, e per loro c'è anche stigma sociale ed emarginazione precoce.

I progetti di Caritas ambrosiana mirano alla rottura del circolo vizioso della povertà sul quale il trafficking è fondato e si inseriscono all’interno della campagna inTRATTAbili di Mani Tese, per la lotta alla tratta di esseri umani. Guidate da un approccio necessariamente multidisciplinare e integrato, tante iniziative di stampo informativo, sia per le potenziali vittime sia per le istituzioni (cartelloni nei villaggi, campi culturali, volantini, conferenze, incontri, gare di disegno nelle scuole), di sostegno alla scolarità (fornitura di materiale scolastico e didattico, formazione e sostegno al reddito degli insegnanti, la costituzione di biblioteche) e di tutela della salute, dal momento che spese mediche improvvise sono una della principali cause di indebitamento per le famiglie. Anche se risultati tangibili potranno essere ottenuti solo con perseveranza, e nel medio-lungo periodo, è questa l'unica strada per tagliare le gambe al mercato di esseri umani.

Per maggiori informazioni consultare il sito: www.caritasambrosiana.i

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%