logo san paolo
domenica 24 ottobre 2021
 
RAI 2 IN GIALLO
 

Non uccidere, tutto sul ritorno della poliziotta Miriam Leone

12/06/2017  Parte stasera su Rai 2 la seconda serie della fiction ambientata a Torino con l'ispettore Valeria Ferro. Riuscirà a fare i conti con il suo passato? Ecco le anticipazioni sui contenuti e suoi personaggi nuovi e vecchi che vedremo.

Partiamo subito da una premessa. Non uccidere, di cui da stasera vanno in onda gli episodi della seconda serie alle 21.15 su Rai 2, è una delle migliori fiction televisive degli ultimi anni. Le atmosfere, l'approfondimento psicologico sui personaggi, la qualità della sceneggiatura non hanno nulla da invidiare alle migliori serie americane. Ma non è una serie adatta a tutti, perché le scene di sesso e violenza, sia pure mai gratuite, almeno nella prima edizione erano ben presenti in tutti gli episodi. Fatta questa doverosa precisazione, ecco dove eravamo rimasti e cosa succederà nelle prime puntate:

SINOSSI
La protagonista del racconto è sempre lei, Valeria Ferro (Miriam Leone), ispettore in forze alla Squadra Omicidi della Mobile di Torino – una poliziotta giovane ma estremamente abile, forte di un intuito fuori dal comune e soprattutto di un’ossessione che muove tutto il suo agire: quella per la verità. Il suo passato racconta di una ferita che risale all’adolescenza, quando sua madre Lucia era stata condannata per l’omicidio del marito. Nella prima stagione, con l’uscita dal carcere di Lucia, Valeria ha affrontato i fantasmi del passato cercando di scoprire la verità riguardo alla morte del padre: chi l’ha ucciso davvero? E, sul finale di stagione, la scoperta: quell’uomo non era il suo vero padre.


Una verità scioccante a cui si aggiunge, all’inizio della seconda stagione, un altro mistero: Lucia, infatti, scompare. Le ricerche che si susseguono nel corso dei primi due episodi portano a una drammatica scoperta… Un brutto colpo per la nostra protagonista che arriverà a mettere in discussione il suo stesso ruolo nella polizia. La presenza di Andrea, il collega con cui Valeria ha adesso instaurato un rapporto sentimentale stabile, sarà fondamentale per farla uscire da questo brutto momento.
Ma l’entrata in scena di due nuovi personaggi stravolgono nuovamente la vita di Valeria. Si tratta di Giuseppe Menduni, l’uomo che le confessa essere l’assassino di Lucia e che avrà ancora molti segreti da svelare e di sua figlia Viola, con la quale Valeria instaurerà invece un rapporto di forte complicità.
I PERSONAGGI PRINCIPALI
VALERIA FERRO (Miriam Leone): testarda, razionale ma allo stesso tempo dotata di un intuito innato, l’ispettore della Squadra Omicidi di Torino sembra vivere solo per il lavoro, senza concedersi mai tregua. La sparizione e la morte di sua madre, però, la metteranno a dura prova tanto che in questa seconda stagione Valeria si ritroverà a mettere in seria discussione ogni aspetto della sua vita (prendendosi anche un periodo di riposo dal lavoro e valutando di lasciare la Polizia per sempre). Solo la presenza di una figura stabile come Andrea nella sua vita la aiuterà a non andare a fondo. Una situazione resa ancora più delicata dall’arrivo di Giuseppe Menduni e di sua figlia Viola.
ANDREA RUSSO (Matteo Martari): la “spalla” di Valeria, sempre efficiente e operativo. In questa seconda stagione Andrea, oltre che collega, diventa anche compagno di vita ufficiale di Valeria. Un rapporto che vedrà, nell’andare a vivere insieme, un passo importante per entrambi. È Andrea che avrà il compito di aiutare e supportare Valeria, oltre che nel lavoro, anche in uno dei momenti più difficili della sua vita.
GIORGIO LOMBARDI (Thomas Trabacchi): il capo di Valeria, nonché suo ex partner sentimentale anche se continua a provare un forte sentimento nei suoi confronti. Forse l’unico che si convince della possibilità che Giuseppe Menduni non sia il vero colpevole della morte di Lucia. Ma questa sua convinzione lo ossessionerà al punto di usare Viola per scoprire la verità (e mettere in pericolo la vita della ragazza).
GERARDO MATTEI (Riccardo Lombardo): un uomo dal look vissuto, sulla sessantina, è il collega "anziano" di Valeria. Particolarmente empatico e silenzioso, con il suo aspetto rassicurante è decisamente un poliziotto atipico ma anche molto competente.
LUCA RINALDI (Luca Terracciano): caratterizzato da una formalità che lo contraddistingue, soprattutto nella scelta dei capi d'abbigliamento, è uno dei colleghi più giovani di Valeria. Particolarmente meticoloso e scaltro nelle ricerche di carattere informatico, riesce a portare sempre a casa il risultato dando un contributo fondamentale per la risoluzione dei casi.
GIACOMO FERRO (Davide Iacopini): È il fratello di Valeria, con il quale la protagonista intrattiene un rapporto caldo e empatico (rapporto che si estende alla famiglia di lui, la moglie Michela e soprattutto la figlia Costanza). Ma questo rapporto viene messo in crisi con l’arrivo di Viola nella vita di Valeria.
MICHELA FERRO (Viola Sartoretti): la moglie di Giacomo e madre della piccola Costanza.
VIOLA MENDUNI (Martina De Santis): la figlia di Giuseppe. Come con Giuseppe, Valeria si pone fin da subito in una posizione di aperto conflitto con la ragazza. Ma Viola, sotto molti aspetti, è molto simile all’ispettore e questo porterà ad un inevitabile avvicinamento tra le due donne.
GIUSEPPE MENDUNI (Federico Pacifici): Un uomo dal passato oscuro. Si assume fin da subito la colpa del delitto della madre di Valeria. Nonostante si tratti di un caso apparentemente già risolto, sembra che la verità che si cela dietro all’omicidio sia ben più complessa di quella che appare.
ZIO GIULIO (Gigio Alberti): Lo zio della protagonista. Una persona a cui Valeria è molto legata e che da sempre ricopre un ruolo paterno per lei e per suo fratello Giaco

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%