logo san paolo
martedì 09 agosto 2022
 
 

Non usare e gettare, porta la sporta

16/04/2012  La terza settimana nazionale che vuole orientare i consumi verso i prodotti fabbricati e imballati con materiali sostenibili

Sensibilizzare l'opinione pubblica sulla necessità stringente e improrogabile di ridurre drasticamente tutti i consumi che rientrano nella categoria "usa e getta", orientando le nostre preferenze su prodotti fabbricati in modo e con materiali sostenibili. È questa la missione principale che si prefigge la terza edizione della settimana nazionale "Porta la sporta", al via il prossimo sabato 14 aprile e destinata a chiudersi, venerdì 22 aprile, in concomitanza con la Giornata mondiale della Terra. Meno spreco di energia, diminuzione dell'impatto degli imballaggi, fantasia e pazienza per imparare e riparare e riciclare. Per raggiungere questi obiettivi, infatti, e uscire dunque da una logica di consumismo esasperato, l'Associazione italiana Comuni virtuosi, il WWF, ItaliaNostra, Touring Club Italiano e Adiconsum propongono una serie di appuntamenti su tutto il territorio italiano per riflettere sulle reali emergenze relative al clima e all'ambiente nella convinzione che l'unica strada per uscire dal vicolo cieco attuale sia un radicale cambio di modello di sviluppo improntato alla sostenibilità su scala globale. Un tema importante e attuale che verrà discusso anche il prossimo giugno a Rio de Janeiro in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile.


In Italia sono 100 i Comuni e 14 le province che collaborano già attivamente con la rete di "Porta la sporta" a cui si aggiungono, per l'occasione, caso unico a livello internazionale, anche 23 marchi della grande distribuzione organizzata. Da sottolineare anche l'impegno, per la prima volta, della sede di Eataly Torino e dei centri commerciali l'8Gallery-Lingotto di Torino e I Gigli di Campo Bisenzio (Firenze).

Qualche dato aiuta a capire la portata della manifestazione: la produzione di plastica assorbe l'8% della produzione mondiale di petrolio da cui si ricavano 240 milioni di tonnellate all'anno. Di questa somma spropositata solo il 3% viene riciclato perché circa la metà della plastica prodotta annualmente viene impiegata per la realizzazione di articoli monouso o di imballaggi che verranno buttati entro l'anno.

Tutti i dettagli, i dossier, i video e le novità sulla manifestazione sono disponibili sul sito internet www.portalasporta.it/

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo