logo san paolo
giovedì 28 ottobre 2021
 
Lettere in redazione
 

«Nostra "nuora", convivente e vegana, che ci taglia fuori dalla sua vita»

02/11/2017  «Ha interrotto le relazioni con noi. Per fortuna nostro figlio arriva qualche volta da “clandestino” per dirci che va tutto bene. Ci deve bastare?». Rispondono i nostri storici consulenti familiari, Mariateresa Zattoni e Gilberto Gillini

Non capiamo perché nostra nuora ha tagliato i ponti con noi; è brava come mamma e nel suo lavoro, il loro unico figlio che fa la terza media è bravo in tutto; ma la nuora si nega alle nostre telefonate e nostro figlio arriva qualche volta “clandestino” per dirci che tutto va bene. Ci deve bastare? Fortunatamente abbiamo altri tre figli sposati con i quali, generi e nuore comprese, condividiamo molto...

GABRIELLA E SIMONE

— Cari nonni Gabriella e Simone, avete ragione: la vostra vita è piena dei rapporti con gli altri tre figli sposati e nipotini vari; il silenzio di vostra nuora che si nega sarebbe molto più duro se aveste solo quel figlio, il quale, ci raccontate, ha già fatto scelte “sbagliate” (come ci dite) andando solo a convivere, scegliendo di avere un figlio unico e di non battezzarlo eccetera. Lasciateci immaginare: la vostra casa è un felice porto di mare, voi siete aperti non solo alla vostra famiglia allargata, ma anche a gruppi di amici... ci avete descritto il vostro Natale quasi “a rate”, nel senso che mezzogiorno e sera ce n’è per tutti. Ebbene, vostra nuora ha iniziato a frequentarvi, almeno “nelle feste comandate”, come ci dite; e forse questo l’ha spaventata, si è sentita “persa”; lei, così vegana e metodica, non si è lasciata “corrompere” dal vostro stile evidentemente così “gaudente”! Ora ci raccontate che vostro figlio arriva più o meno una volta alla settimana, a salutarvi per un quarto d’ora, arriva clandestino, perché lavora nella città di mare vicino alla vostra. E voi – ci raccontate – gli fate tanto di “predica” sul fatto che il nipote ha bisogno dei cuginetti per non crescere solo, che voi avete diritto di vedere il nipote... tutte affermazioni sacrosante, ma assolutamente inutili. E forse dannose. Ci raccontate che vostro figlio “glissa” alle vostre lamentele, pare dirvi: “Non posso farci niente”; anzi – cerchiamo di interpretarlo – tenta di dirvi, anche se non esplicitamente, che quella è la sua vita, che non è una specie di prigioniero agli arresti domiciliari. La solare “confusione” di casa vostra gli andava bene, è vero: è lì che è cresciuto, ma il suo ménage familiare così rigido e solitario per ora gli va bene. In effetti non vi parla male della sua donna! Ma perché allora non gli dite – una volta per tutte – che lo apprezzate per come è solidale con la sua donna e il suo figlio unico, che gli volete bene, anche se non capite le sue scelte; che il regalo di farvi vedere ogni tanto la sua faccia è già molto; che non volete cambiare la sua vita familiare. E che voi ci siete, se lui e la sua famiglia vogliono chiedervi qualcosa. Con pace. Senza lamentele esplicite o implicite. Sarebbe un bellissimo supporto per questo vostro figlio!

I vostri commenti
14
scrivi

Stai visualizzando  dei 14 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%