logo san paolo
lunedì 13 luglio 2020
 
la storia
 

Notre-Dame, la prima Messa due mesi dopo l'incendio

14/06/2019  Dopo il rogo del 15 aprile che ha distrutto il tetto, la guglia e parte della volta della Basilica, la diocesi di Parigi ha annunciato che sabato alle 18 sarà celebrata una Messa in occasione della festa della Dedicazione della Cattedrale. Il rettore: «Dobbiamo significare al mondo che il ruolo della chiesa è quello di mostrare la gloria di Dio»

Soltanto una trentina di persone tra sacerdoti, laici, tecnici e un pool di giornalisti potranno partecipare alla Messa solenne nella Basilica di Notre-Dame a Parigi di sabato 15 giugno, la prima dopo il rogo che due mesi fa, il 15 aprile, l’ha quasi completamente distrutta. Per ragioni di sicurezza, si legge nel comunicato dell’arcidiocesi di Parigi, i fedeli non potranno partecipare alla celebrazione ma potranno seguirla in diretta tv su Kto, il canale televisivo cattolico di Francia (in chiaro su www.ktotv.com). La celebrazione sarà presieduta dall’arcivescovo di Parigi, monsignor Michel Aupetit.

La data scelta è simbolica. Il 15 giugno si celebra, infatti, la festa della Dedicazione della cattedrale. Notre-Dame, si legge nel comunicato, «è, prima di tutto, un edificio con vocazione al culto. I parigini, i turisti e i fedeli provenienti da tutto il mondo hanno bisogno di continuare a raccogliersi» in preghiera e, per rispondere a questa esigenza, l’arcidiocesi ha deciso di installare una copia della Vergine del Pilar, simbolo della cattedrale di Notre-Dame, sul sagrato della cattedrale, «in uno spazio specificamente riservato al raccoglimento, non appena le condizioni di sicurezza lo consentiranno». Sul posto ci saranno sempre sacerdoti disponibili all’accoglienza e alla confessione.

Monsignor Patrick Chauvet, rettore della Basilica, aveva già espresso questo desiderio di celebrare una Messa in questa data lo scorso maggio: «Le cappelle laterali e il presbiterio sono rimaste in piedi», ha detto in un’intervista a Le Parisien, «ma finché c'è il piombo, è meglio non correre rischi inutili. La Festa della Dedicazione sarebbe una grande occasione perché ricorre l'anniversario della consacrazione della cattedrale». Al settimanale Famille Chrétienne Chauvet ha aggiunto: «La data che è stata scelta è simbolica. Rappresenta la consacrazione dell'altare. È molto importante essere in grado di significare al mondo che il ruolo della cattedrale è quello di mostrare la gloria di Dio. Celebrare l'Eucaristia quel giorno, anche con poche persone, sarà il segno di questa gloria e grazia».

L'interno della Cattedrale distrutta dal fuoco (Reuters)
L'interno della Cattedrale distrutta dal fuoco (Reuters)

Gia 377 milioni di euro di donazioni per ricostruire la Basilica

L’arcidiocesi di Parigi in un comunicato fa anche sapere che le promesse totali di donazioni ammontano a 377 milioni di euro. Donazioni che provengono da 41.000 individui e 58 società e autorità pubbliche in Francia e all’estero. Secondo l’arcidiocesi, la stragrande maggioranza di queste donazioni e promesse è destinata a finanziare la conservazione e il restauro della cattedrale. Alcuni donatori hanno anche previsto di finanziare altre necessità, come il regime provvisorio per l’accoglienza dei pellegrini, le attrezzature distrutte o danneggiate della diocesi e il funzionamento dell’associazione “Musica Sacra” di Notre-Dame di Parigi. La mobilitazione continua: sono scese in campo – fin dalla sera dell’incendio – le autorità nazionali e locali; gli architetti e le aziende che assicurano, nell’immediato futuro, la sicurezza dell’edificio e “decine di migliaia di donatori, giovani e anziani, provenienti da tutta la Francia, ma anche da tutto il mondo”.

A ciascuno arriva il grazie dell’arcivescovo Aupetit: «Tutti coloro che si sono mobilitati dal 15 aprile e che continuano a lavorare ogni giorno per Notre-Dame, donatori, architetti, operai edili, i politici siano ringraziati per il loro impegno. Questo slancio di generosità mostra che Notre-Dame è un simbolo unico, in Francia, ma anche altrove».

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%