logo san paolo
martedì 22 ottobre 2019
 
 

E "Pocahontas" diventa santa

21/10/2012  Oggi il Papa canonizza sette beati. Tra essi anche Kateri (Caterina) Tekakwitha, una pellerossa morta a 24 anni, e il bresciano padre Giovanni Battista Piamarta.

a scultura in bronzo di Kateri Tekakwitha situata di fronte alla Cattedrale di San Francesco d' Assisi, a Santa Fe, nello stato del New Mexico, negli Usa.
a scultura in bronzo di Kateri Tekakwitha situata di fronte alla Cattedrale di San Francesco d' Assisi, a Santa Fe, nello stato del New Mexico, negli Usa.

È diventata santa – insieme con altri sei beati, canonizzati questa mattina in San Pietro da Benedetto XVI – la prima «pellerossa» americana, Kateri Caterina Tekakwitha (letteralmente «colei che mette le cose a posto»), nata nel 1656 in quello che oggi è lo stato di New York. La madre, una algonchina convertita al cattolicesimo dai gesuiti francesi, era stata rapita dal suo villaggio e presa come moglie da un capo Mohawk.

Orfana a quattro anni, a causa di un’epidemia di vaiolo, malattia che la tormenterà tutta la vita, Caterina fu adottata dagli zii e nel 1670 scoprì il messaggio cristiano alla scuola del missionario gesuita Jacques de Lamberville. Da quel momento visse in stretta penitenza, dedicando tutto il tempo a insegnare le preghiere ai fanciulli e ad assistere malati e anziani. Quando morì, a soli 24 anni, le sue ultime parole furono «Jesos Konoronkwa» (Gesù ti amo). La fama della sua santità sbocciò immediatamente, anche a motivo della prodigiosa scomparsa dal suo volto delle cicatrici che le aveva lasciato il vaiolo.

Giovanni Battista Piamarta, il "don Bosco" di Brescia.
Giovanni Battista Piamarta, il "don Bosco" di Brescia.

Anche un italiano è stato elevato all’onore degli altari: il bresciano Giovanni Battista Piamarta(1841-1913), fondatore della congregazione della Sacra famiglia di Nazareth e delle Umili serve del Signore. Personalità di spicco del cattolicesimo sociale lombardo, diede inizio, in collaborazione con monsignor Pietro Capretti, all'istituto Artigianelli, per educare cristianamente «al lavoro, alla famiglia e alla società» tantissimi giovani. Successivamente avviò la colonia agricola di Remedello, grazie alla collaborazione dell’agronomo padre Giovanni Bonsignori, primo sacerdote cavaliere del lavoro in Italia. Fu inoltre promotore dell'editrice Queriniana e nel contempo diede vita a laboratori di musica e teatro per i giovani.

Gli altri nuovi santi sono i martiri Giacomo Berthieu (1838-1896), sacerdote della Compagnia di Gesù, e Pietro Calungsod (1654-1672), catechista laico, madre Maria Carmen Sallés y Barangueras (1848-1911), fondatrice della congregazione delle Suore concezioniste missionarie dell’insegnamento; la religiosa Maria Anna Cope (1838-1918), della congregazione delle Suore del terz’ordine di San Francesco di Syracuse, e la laica Anna Schäffer (1882-1925).

La cerimonia odierna è stata la prima celebrata con un nuovo rituale, voluto da papa Ratzinger per sottolineare la maggiore importanza dell’atto della canonizzazione rispetto a quello della beatificazione. Il rito, con la recita delle litanie dei santi, si è svolto all’inizio, e non più nel corso, della Messa, è stata ripristinata la triplice richiesta al Papa affinché proceda alla canonizzazione, il canto del Te Deum ha accompagnato l’esposizione delle reliquie dei nuovi santi, che sono state venerate anche dal Santo Padre.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    CREDERE
    € 78,00 € 52,80 - 32%
    FELTRO CREATIVO
    € 22,00 € 0,00 - 18%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%