logo san paolo
mercoledì 19 gennaio 2022
 
editoria
 

"Crescere tra le righe" con la stampa americana

08/04/2015  Il 22 e 23 maggio a Borgo La Bagnaia (Siena) si svolge la nona edizione del convegno promosso dall'Osservatorio permanente giovani-editori. Quest'anno fra gli ospiti anche i direttori dei quattro più importanti quotidiani Usa.

Favorire l'apertura dell'Italia al mondo, lo sguardo dei giovani verso gli scenari internazionali. Anche attraverso l'informazione. E' questo lo spirito di fondo della nona edizione del convegno "Crescere tra le righe. Giovani, editori e istituzioni a confronto", organizzato dall'Osservatorio permanente giovani-editori il 22 e 23 maggio a Borgo La Bagnaia (Siena). Come in ogni edizione, i protagonisti saranno i giovani, studenti delle scuole superiori di tutta Italia che partecipano all'iniziativa dell'Osservatorio "Il quotidiano in classe". A Borgo La Bagnaia i ragazzi presenti saranno 280. E avranno l'opportunità di dialogare e confrontarsi con leader dei media sia cartacei che digitali e televisivi.

Quest'anno, il convegno avrà un respiro decisamente internazionale. Fra i relatori, infatti, saranno presenti i direttori dei quattro più importanti quotidiani statunitensi: Dean Baquet del New York Times, Gerard Baker del Wall Street Journal, Martin Baron del Washington Post e Davan Maharaj del Los Angeles Times. Due saranno i momenti principali: il faccia a faccia fra Baquet e Baker e il tavolo dei quattro direttori insieme. Oltre a loro, il convegno ospiterà altri protagonisti americani del mondo dell'informazione, come Jeff Bewkes, amministratore delegato del colosso dei media Time Warner (già presente nell'edizione del 2009), al quale sarà affidato il compito di spiegare ai ragazzi il concetto di qualità, partendo dal mondo del cinema e quello della musica,  per arrivare a quello più specifico dell'informazione giornalistica.

Presenti, inoltre, numerosi nomi della stampa italiana e personalità del mondo bancario, imprenditoriale, della musica - con Andrea Bocelli - e della Chiesa, rappresentata da monsignor Nunzio Galantino segretario generale della Conferenza episcopale italiana. Come spiega Andrea Ceccherini, presidente dell'Osservatorio permanente, gli obiettivi sui quali si focalizzeranno gli incontri del convegno saranno tre: definire il ruolo del giornalismo di qualità nell'era digitale,  delineare percorsi di business che ne garantiscano l'indipendenza agli azionisti, spiegare il rapporto fra giornalismo di qualità e piattaforme digitali. «Vogliamo individuare una strada verso l'innovazione, che passa necessariamente attraverso la sperimentazione», commenta Ceccherini, «il futuro è di chi ha coraggio. E il mondo dell'editoria deve essere coraggioso».  
(foto Thinkstock)

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo