logo san paolo
venerdì 23 febbraio 2024
 
La testimonianza
 
Credere

«Il martirio di mio fratello, padre Jacques, è diventato un seme di pace»

26/07/2017  A un anno dall’assassinio in Francia dell’anziano sacerdote padre Jacques Hamel, parla la sorella Roselyne: «I terroristi volevano spingere alla guerra di religione, invece la sua morte ha innescato una catena di incontri e solidarietà»

È passato un anno dall’omicidio del primo prete ucciso da un jihadista in Europa nel XXI secolo. Il 26 luglio 2016, in una chiesa semivuota e periferica della Normandia, veniva sgozzato a 85 anni padre Jacques Hamel.

Come ogni mattina si era alzato alle 7 e aveva cominciato la giornata con una preghiera a san Michele arcangelo. Recita il breviario, esce a comprare il pane e fa colazione col caffè e uno sfilatino. Non passerà da solo le prossime giornate, perché sua sorella Roselyne è arrivata dal nord-est della Francia con le figlie e due nipotine. Racconta: «Dovevamo restare con lui durante la settimana per far le pulizie della canonica, poi ad agosto saremmo andati in vacanza insieme». Quella mattina Roselyne è contenta perché il fratello ha un bell’aspetto con la sua camicia estiva. Essendo parrucchiera, nota subito che «si era tagliato i capelli, che abitualmente trascurava».

Dopo l’omicidio la sua foto sarà dappertutto: sulla stampa francese e internazionale, al telegiornale e sul web. Addirittura sulla copertina di Paris Match! In realtà era forse il sacerdote più umile della diocesi di Rouen. Il primo ricordo che Roselyne, di dieci anni più piccola, conserva di lui è di quando andava a trovarlo insieme alla mamma durante la ricreazione della scuola: «Me lo ricordo, tutto bianco con il suo grembiule nero. Mentre gli altri bambini giocavano e urlavano, lui se ne stava in disparte e osservava. Mi sembrava una pecora in mezzo ai lupi». Aveva il permesso di assentarsi dalle lezioni per fare il chierichetto ai funerali: «Il prete veniva a prenderlo e Jacques lo accompagnava».

Sul numero 31 di Credere, in edicola da giovedì 27 luglio, è possibile leggere l'intervista integrale a Roselyne Hamel.

 

Oggi puoi leggere GRATIS Famiglia Cristiana, Benessere, Credere, Jesus, GBaby e il Giornalino! Per tutto il mese di agosto sarà possibile leggere gratuitamente queste riviste su smartphone, tablet o pc.

I vostri commenti
5

Stai visualizzando  dei 5 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo