logo san paolo
domenica 14 agosto 2022
 
Concistoro
 

Paolo VI e Romero saranno santi il 14 ottobre

19/05/2018  Papa Paolo VI e il martire monsignor Oscar Arnulfo Romero saranno canonizzati in Piazza San Pietro il prossimo 14 ottobre, nel corso del Sinodo dei vescovi dedicato ai giovani. Lo ha annunciato papa Francesco durante il Concistoro ordinario pubblico per alcune cause di canonizzazione, svoltosi oggi in Vaticano.

Stamattina, nella Sala del Concistoro del Palazzo apostolico vaticano, Papa Francesco ha presieduto la celebrazione dell’Ora Terza e il Concistoro ordinario pubblico per la canonizzazione di sei beati. Oltre a Paolo VI e a monsignor Romero, arcivescovo di San Salvador, martire, assassinato il 24 marzo 1980 sull’altare dagli squadroni della morte saranno canonizzati don Francesco Spinelli, fondatore dell’Istituto delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento; don Vincenzo Romano; Maria Caterina Kasper, fondatrice dell’Istituto delle Povere Ancelle di Gesù Cristo; Nazaria Ignazia di Santa Teresa di Gesù, fondatrice della Congregazione delle Suore Misioneras Cruzadas de la Iglesia.

La decisione di canonizzare insieme e a Roma Papa Montini e l'arcivescovo di San Salvador non era scontata. Questo è stato il segno della volontà di Francesco di portare all'attenzione di tutti due interpreti fedeli e autentici del Concilio Vaticano II. Due figure, fra l'altro, che proprio per la loro fedeltà al Concilio hanno subìto critiche e calunnie
 

I vostri commenti
3

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo