logo san paolo
sabato 27 novembre 2021
 
 

Il Papa: "Lasciamoci predicare da Gesù"

08/02/2015  Papa Francesco visita un campo rom prima di recarsi alla parrocchia di San Michele Arcangelo a Pietralata, il quartiere raccontato da Pasolini. E porta in dono 300 sacchi a pelo per i senza dimora. Nell'omelia sproma i fedeli: "Lasciatevi predicare da Gesù, lasciatevi guarire".

Arriva con oltre un'ora di anticipo rispetto alla messa per aver modo di intrattenersi con i parrocchiani. Papa Francesco dedica la sua ottava visita alle parrocchie di Roma a San Michele Arcangelo a Pietralata, nel quartiere popolare di Roma. Quartiere difficile, a ridosso della Stazione Tiburtina, reso famoso da Pasolini con il suo "Ragazzi di vita". Un quartiere prima di contadini, poi di baraccati. «Un villaggio di esclusi», lo definisce il parroco.
Prima di arrivare, però, con un fuori programma, il Papa si ferma a visitare un campo rom. Soltanto dopo raggiunge i fedeli che lo attendono nell'oratorio della chiesa. Parla a braccio con bambini e malati, con persone senza dimora e con le famiglie.  Con il fazzolettone degli scout al collo il Papa dialoga di pace e di accoglienza. E porta in dono 100 sacchi a pelo da distribuire ai poveri della zona.
Poi confessa alcuni fedeli ed entra nella chiesa addobbata a festa per la sua visita.
Anche l'omelia è a braccio im una chiesa piena all'inverosimile. «Così era la vita d Gesù: andava in tutta la Galilea predicando e scacciando i demoni. Gesù che predica e Gesù che guarisce, tutta la giornata era così», dice il Papa, commentando le letture della quinta domenica del tempo ordinario. «La gente lo cerca per sentirlo e anche per guarire i suoi ammalati».
«Noi siamo davanti a Gesù, che presiede questa celebrazione. Lui è il vero sacerdote che offre il sacrificio al  Padre. E possiamo domandarci se io mi lascio predicare da Gesù. O se so tutto. Ascolto Gesù o preferisco ascoltare le chiacchiere della gente o altre storie?». E Bergoglio continua dicendo che tante volte la gente chiede: «"Padre, come faccio ad ascoltare, in quale canale della tv parla Gesù?". Ti parla nel Vangelo. E' un abitudine che ancora non abbiamo: cercare la parola di Gesù nel Vangelo. Portare sempre con noi un Vangelo piccolino, cinque minuti mentre sono in viaggio, quando devo aspettare, o a casa prendo il Vangelo dalla borsa. E Gesù mi parla, Gesù predica a me».
Il Papa torna su un tema a lui caro: il primato della Parola del Vangelo. E insiste anche in questa occasione: «Dobbiamo abituarci a questo», dice. «Sentire la parola di Gesù, ascoltare la parola di Gesù nel Vangelo. Leggere un passo, vedere cosa mi dice, avere questo contatto quotidiano con il Vangelo. Pregare con il Vangelo perché così Gesù predica a me. Conosco gente che apre il Vangelo e sempre trova la parola giusta per il tempo che sta vivendo. Questo voglio dirvi: lasciate che il Signore vi predichi. E Gesù arriva, e guarisce».
Inieme con la preghiera, infatti, il Papa mette l'accento sulla guarigione: «Tutti noi abbiamo ferite: ferite spirituali, peccati, inimicizie , gelosie, forse non salutiamo alcuni. Questo deve essere guarito. E come faccio? Prega e chiedi a Gesù che guarisca questo. E' triste quando in una famiglia i fratelli non si parlano per una stupidaggine. Il diavolo prende una stupidaggine e fa un mondo e le inimicizie vanno avanti per anni. Si distrugge quella famiglia, i genitori soffrono perché i figli non si parlano. Le gelosie, le invidie, e questo lo semina il diavolo. E l'unico che guarisce queste cose è Gesù. Per questo vi dico lasciati guarire da Gesù. Ognuno sa dov'è la ferita». Anzi le ferite. «Non ne abbiamo solo una», dice Francesco, «ma due, tre, venti.... Per questo devo aprire il cuore pregando. Ma quella gente mi ha fatto questo e questo... non iimporta Gesù guarisce questa piaga se chiediamo questo a Gesù. Gesù guarisce e così io posso anche predicare agli altri, insegnare le parole di Gesù perché io mi lascio predicare da Gesù e posso aiutare a guarire tante ferite che ci sono. Ma prima devo lasciare che Gesù mi predichi e Gesù mi guarisca».
E, infine, chiede un impegno concreto: «Quando viene il vescovo a fare visita alle parrocchie, si può fare un proposito bello, piccolino, il proposito di leggere un passo del Vangelo per lasciare a Gesù che mi predichi e pregare perché io mi lasci guarire dalle piaghe che ho. Siamo d'accordo?», chiede alla platea, «firmiamo? Facciamolo perché ci farà bene a tutti».

Multimedia
La visita di Papa Francesco a Pietralata, tra campo profughi, malati e scout
Correlati
I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo