logo san paolo
mercoledì 06 luglio 2022
 
PINO DANIELE DUE ANNI DOPO
 

«Papà, spero ancora di entrare in casa e sentire la tua chitarra»

04/01/2017  Nel secondo anniversario della scomparsa del grande cantautore, la figlia Sara lo ricorda su Istagram con una tenera foto insieme e una lettera commovente. Intanto a Napoli la metropolitana diffonde le sue canzoni.

«Hai scritto per me Sara non piangere, in cui mi dici di guardare il cielo ed inseguire un sogno vero, ma sono due anni ormai che l’unica cosa che cerco guardando il cielo sei tu». Così la figlia 19enne di Pino Daniele ricorda il suo papà due anni dopo la sua tragica scomparsa. Parole di amore per un padre perso troppo presto che ha deciso di affidare al suo profilo Istagram, allegando una tenera foto che li ritrae insieme. La sua lettera continua cosi: «A me in realtà sembra un incubo da cui non riesco a svegliarmi, ancora spero di entrare in casa e sentire la chitarra suonare, oppure aprire la porta e vedere te che sorridendo mi dici che era solo un brutto scherzo. Però sai, penso sia arrivato il momento di spegnere l’immaginazione e realizzare che non torni più. Proverò a cantare assieme agli altri, camminare per il lungomare che tanto adoravi, e vederti in giro per i vicoli. Sarai sempre per noi l’ultima nota di una canzone che non doveva finire ma suonare in eterno. Ti amo infinitamente».

Intanto da Napoli e da Roma ma pure dal Grossetano, in tanti si stanno recando in visita alla cappella del cimitero di Magliano in Toscana (Grosseto), in Maremma, dove sono custodite le sue ceneri. Il via vai è iniziato stamani presto nel cimitero: alla cappella lasciati fiori, biglietti e lumini. «Questo sta a significare quanto Pino Daniele era amato»,  ha detto il sindaco di Magliano, Diego Cinelli»
Mentre a Napoli, le sue canzoni più famose, da "'Quando" a "Je sò pazzo" risuonano nelle stazioni della metropolitana e delle funicolari, com'era già accaduto l'anno scorso. 

Sono molti gli appuntamenti per i fan, a partire da oggi, con il ritorno della chitarra Paradise, una copia di quella celebre usata dall'artista, sulla facciata dell'edificio di Santa Maria La Nova, nei vicoli del centro storico dove e' cresciuto Pino Daniele, posta proprio all'angolo della via a lui intitolata. La chitarra, di ferro zincato, era stata rimossa mesi fa per permettere lavori di riqualificazione all'edificio.

Oggi, infine, apertura speciale gratuita per tutta la giornata del Museo della Pace MAMT che dedica un piano a Pino Daniele con oggetti personali, video, registrazioni, strumenti.

Multimedia
Napoli, 2008: il grande concerto a Piazza del Plebiscito
Correlati
Napoli, 2008: il grande concerto a Piazza del Plebiscito
Correlati
Pino Daniele sul palco con i suoi amici
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo