Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 15 aprile 2024
 
 

Papa: fidanzati, coltivate la speranza

11/09/2011  Al termine del Congresso eucaristico ad Ancona, il Papa ha rivolto un appello speciale a famiglie, sacerdoti e futuri sposi, invitandoli a essere esempio per le nuove generazioni.

     A famiglie, sacerdoti e fidanzati Benedetto XVI ha dedicato il pomeriggio della sua visita pastorale ad Ancona, dopo aver concluso in mattinata il 25° Congresso eucaristico nazionale. L’ordine sacro e il matrimonio, ha sottolineato il Papa, hanno una medesima sorgente eucaristica: «Entrambi questi stati di vita hanno, infatti, nell’amore di Cristo, che dona sé stesso per la salvezza dell’umanità, la medesima radice. Sono chiamati a una missione comune: quella di testimoniare e rendere presente questo amore a servizio della comunità, per l’edificazione del popolo di Dio».

    A livello ecclesiale, ha proseguito, «valorizzare la famiglia significa riconoscerne la rilevanza nell’azione pastorale. Il ministero che nasce dal sacramento del matrimonio è importante per la vita della Chiesa: la famiglia è luogo privilegiato di educazione umana e cristiana e rimane, per questa finalità, la migliore alleata del ministero sacerdotale». Perciò, ha sottolineato papa Ratzinger agli sposi e ai preti convenuti nella cattedrale di San Ciriaco, «l’educazione alla fede delle nuove generazioni passa anche attraverso la vostra coerenza: testimoniate loro la bellezza esigente della vita cristiana, con la fiducia e la pazienza di chi conosce la potenza del seme gettato nel terreno».

    Per la prima volta, anche ai fidanzati è stato riservato un incontro specifico con il Pontefice. A nome delle tante coppie presenti in piazza del Plebiscito, Fabiana Frapiccini e Massimiliano Bossio gli hanno esplicitato la bellezza di «questa esperienza esaltante», ma nel contempo gli hanno espresso «le difficoltà e le paure che ci assalgono», con l’interrogativo su «dove trovare il coraggio per far fronte a queste sfide». Benedetto XVI non si è sottratto alla sfida e ha condiviso la preoccupazione per le difficoltà del nostro tempo, ricordando che «il vero amore promette l’infinito» e invitando per questo a «non perdere mai la speranza».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo